Olivera Baljak festeggia come «signora ministra»

Rappresentazione solenne dello spettacolo di Branislav Nušić con il quale l’attrice del Dramma Croato celebra quattro decenni di carriera

Al Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” è stata annunciata la rappresentazione solenne dello spettacolo “Gospođa ministarka“ (Signora ministra) di Branislav Nušić in occasione del 40.esimo anniversario di lavoro artistico dell’attrice del Dramma Croato, Olivera Baljak. Come dichiarato dal sovrintendente del TNC, Marin Blažević, Olivera Baljak è un’attrice straordinaria, che nella sua ultima fase artistica – ha annunciato, infatti, che presto si ritirerà in pensione – sta realizzando alcune delle sue creazioni migliori. La direttrice del Dramma Croato, Renata Carola Gatica, ha rilevato che negli ultimi anni il Teatro ha aperto un dialogo con il pubblico il quale ha dimostrato di voler vedere a Teatro un grande classico della commedia. “Abbiamo voluto aprire la stagione con quest’importante pièce e, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia e questa strana situazione in un cui ci troviamo, creare lo spettacolo che Olivera si merita”, ha puntualizzato la direttrice del DC.

Una sfida da superare
La regista della pièce, Tatjana Mandić Rigonat, si è detta onorata per essere stata scelta da Olivera Baljak per curare la regia dello spettacolo. “La ‘Signora ministra’ è una sfida che può venire superata soltanto da grandi attrici e Olivera ci è riuscita egregiamente – ha sottolineato la regista –. L’attrice ha messo in mostra la vastità del suo talento e la sua intuizione, che contraddistingue soltanto i migliori attori e attrici. Oltre a una formidabile protagonista, questo spettacolo esige pure attori comprimari eccellenti e anche in questo campo le mie aspettative sono state soddisfatte”, ha osservato la regista, facendo notare che in questo spettacolo Nušić si è occupato del potere e del modo in cui esso influisce sulle persone.

Un sogno che si è avverato
Olivera Baljak ha ricordato di aver voluto recitare la “Signora ministra” da quando era una giovane ragazza e di aver sempre considerato questo grande ruolo un sogno irraggiungibile. “Per fortuna, questo mio sogno si è avverato e assieme ai miei straordinari colleghi abbiamo scavato nella nostra intimità per portare in scena questa grande opera di Nušić“, ha rilevato l’attrice, aggiungendo che quest’anno è stato molto intenso per lei, dal momento che si sono compiuti 40 anni della sua carriera, ha impersonato Živka Popović in scena e si sta preparando per andare in pensione.

Facebook Commenti