«Crepe nel vuoto» tra musica e poesia

Pubblicata la silloge bilingue, in italiano e croato, del musicista umaghese Davor Hačić, che la promuove nelle località istriane

Il duo Hele&Hutch

Musicista, poeta, cantautore, attore e molto altro è il poliedrico Davor Hačić, noto già nel mondo sfera della CNI per le sue numerose partecipazioni al “Dimela cantando” nell’ambito del Festival dell’istroveneto, organizzato dall’Unione Italiana. Assieme a Helena Brajković forma il duo Hele&Hutch, il quale vanta il titolo di vincitore dell’ultimo Croatian blues challenge, tenutosi a Zagabria la scorsa primavera e che in estate li aveva portati a rappresentare il loro Paese e città al 36° International blues challenge nella categoria solo/duo a Memphis, USA, il tutto sempre con il supporto della Città e dell’Ente turistico di Cittanova.

Il duo ha instaurato la collaborazione musicale nel giugno dello scorso anno, grazie al grande amore per la musica e in particolare per il blues. Ciò che rende i due particolarmente riconoscibili è la combinazione delle loro voci armoniche e perfettamente compatibili nei colori e toni, una chitarra fortemente ritmica e giocosa di lui e le percussioni di vario genere di lei.

Helena Brajković e Davor Hačić a Memphis con la bandiera cittanovese

Seconda raccolta di poesie
Davor Hačić, classe 1974, è nato a Umago ma oggi vive e lavora a Cittanova, dov’è stato premiato per il suo importante contributo nel campo artistico-culturale. In questo periodo sta facendo tappa in diverse località dell’Istria settentrionale per presentare “Crepe nel vuoto – Pukotine u praznini”, la sua seconda raccolta di poesie. Rispetto alla prima raccolta, qui l’autore si presenta più diversificato nello stile espressivo. Negli ultimi due anni, mettendo i versi su carta, Hačić si è reso conto che le poesie avrebbero espresso molto melodicamente in lingua italiana ciò che celavano, per cui, con l’aiuto nelle traduzioni di Jessica Acquavita, Rosanna Bubola e Marianna Jelicich Buić, ha creato un volume bilingue, che sicuramente raggiunge un pubblico molto più ampio.

“Abbiamo lavorato insieme, studiando ogni singola parola, per dare al tutto un senso nel miglior modo possibile. Edito dalla Matica hrvatska di Buie, vede come redattrice Vedrana Štiglić Vidović, a cui ho dedicato la raccolta. La grafica è firmata da Toni Buršić. Mi occupo di musica e amo anche la poesia, quindi è stata un’ottima combinazione”, ha rilevato Hačić in una delle presentazioni.

La raccolta, che attualmente viene presentata in diverse cittadine istriane, comprende tre cicli di poesie intitolati “Il coraggio del poeta”, “Ologrammi” e “Vuoti”, in cui vengono trattati i significati della vita, dell’amore e di vari altri temi, presentando in modo estremamente onesto gli alti e i bassi dell’autore, attraverso il vagare per i sentieri dei suoi sogni al confine tra le intuizioni della giovinezza e la vita negli anni più maturi.

Facebook Commenti