Ospedale di Pola. I commenti su Google fanno male

Sul motore di ricerca i turisti che quest'estate hanno dovuto ricorrere alle cure mediche non risparmiano dure critiche

L'ospedale di Pola. Foto Dusko Marusic/PIXSELL

“Il peggiore ospedale che abbia mai visto“, scrive Nikol, alla quale si aggiunge Karel: “Questo luogo non può essere definito un ospedale”. Poi c’è Giannina: “Professionalità zero” e Silvia rincara la dose con uno “Zero stelle per un servizio del genere”. Sono soltanto alcuni dei commenti che si possono leggere su Google quando si immette la ricerca “Ospedale di Pola”. Nella maggior parte dei casi gli utenti, soprattutto turisti che hanno trascorso le vacanze in Istria e che loro malgrado hanno dovuto ricorrere alle cure mediche, hanno assegnato una stella sulle cinque possibili, lamentandosi soprattutto del servizio ricevuto e, quindi della scarsa professionalità delle infermiere e dei medici. Ma i turisti hanno avuto da ridire anche sulla scarsa igiene della struttura e sulle attrezzature “da altro mondo”.
La direttrice dell’Ospedale di Pola, Irena Hrstić, parlando con il sito net.hr, ha dichiarato di essere conscia dei motivi che hanno portato gli stranieri a lasciare simili commenti sul più importante motore di ricerca online. “Non vanno assolutamente ignorati, anche se bisogna dire che ci sono anche parole di ringraziamento dai parte dei turisti che quest’anno hanno dovuto curarsi nella nostra struttura”. Poi la direttrice ha ammesso: “Noi conosciamo benissimo le condizioni in cui lavoriamo, però credo che facciamo notevoli sforzi per assicurare la massima assistenza ai nostri pazienti”.
La dottoressa Hrstić ha reso noto che all’interno dell’Ospedale è attiva anche l’Unità per la qualità, dove si ricevono, tra l’altro, tutte le recriminazioni, ma anche i ringraziamenti che giungo tramite email e posta tradizionale. “Finora non abbiamo ritenuto necessario analizzare i commenti su Google, però dando un veloce sguardo si nota che il voto medio che ci hanno dato gli utenti del motore di ricerca è di 3,2 stelle. Secondo il mio parere non è poi così male. Effettivamente diversi commenti sono molto negativi e non ci fa piacere leggerli, però ogni giorno riceviamo anche molti complimenti per il lavoro che svolgiamo”. La direttrice ha voluto sottolineare che nel 2018 nella struttura ospedaliera sono stati prestati 1,7 milioni di servizi sanitari e “abbiamo ricevuto soltanto 126 reclami, che rappresenta lo 0,0007% dei procedimenti complessivi realizzati”.
Irena Hrstić ha voluto concludere ricordando che tra breve Pola usufruirà di un nuovo Ospedale e che sicuramente “le condizioni di lavoro e, quindi, la prestazione dei servizi saranno a un livello superiore”.

Facebook Commenti