Fiume. SEI Belvedere: restyling in vista

La Città ha assicurato 2,2 milioni di kune per la riqualificazione energetica dell’edificio

L'edificio che ospita la scuola elementare italiana Belevedere. Foto Ivor Hreljanović

Per quest’anno la Città di Fiume ha assicurato 3,5 milioni per la manutenzione e il rifacimento degli edifici delle scuole elementari. La maggior parte di questo importo, ovvero 2,2 milioni, riguarda i lavori di ricostruzione e riqualificazione energetica delle Scuola elementare italiana Belvedere, che dovrebbero iniziare proprio in questi giorni per terminare a dicembre. Nella prima fase verrà rifatto completamente il rivestimento murale dell’edificio e sostituito il tetto in amianto. Prevista poi la sostituzione degli infissi con nuovi realizati in PVC, l’installazione di valvole termostatiche ai caloriferi e la realizzazione di nuovi parafulmini.
Nel corso di agosto si lavorerà anche alla San Nicolò dove verrà rimessa a nuovo la caldaia, per una spesa di 300mila kune. Inoltre, in 15 scuole, tra cui la Gelsi e la stessa San Nicolò, verranno sostituiti i scaldabagni, con la spesa complessiva che ammonta a 470mila kune.
Tra gli interventi di questa fase estiva di manutenzione, nella scuola elementare di Pehlin, sottoposta alla riqualificazione energetica l’anno scorso, verrà rimesso a nuovo il cortile. Intanto, nella scuola di Valscurigne sono in corso i lavori di rifacimento del muro che circonda il cortile, mentre il quella di Tersatto verranno rimessi a nuovo i gradini.
L’opera di restyling coinvolge anche gli asili cittadini, per i quali sono state assicurate 140mila kune. La maggior parte si concentrerà sull’adeguamento degli impianti elettrici e alle norme che regolano la materia. A Pehlin un gruppo di scuola materna verrà riconverito in asilo nido, assecondando così le esigenze dei genitori. Lavori in corso anche negli asili Mirta, dove è previsto il rifacimento di una parte del tetto, Rastočine, dove verrà rifatta la pavimentazione, Vežica, dov’è prevista la sostituzione della recinzione del cortile e infine Krijesnica, che vedrà risanato l’impianto di riscaldamento centrale.

Facebook Commenti