Fiume. Molo Adamich: la protesta si rivela un flop

L'unico cittadino presente alla protesta. Foto Ivor Hreljanović

Si è rivelato un buco nell’acqua l’invito apparso sulla pagina Facebook del gruppo “Ruka za sve”, di appendere nel pomeriggio di giovedì 2 gennaio, dalle 14 alle 17, oggetti vecchi e usati sulla cancellata metallica in molo Adamich, eretta dall’Autorità portuale al fine di aumentare la sicurezza e il comfort dei proprietari degli yacht ormeggiati in Riva (che in realtà sono soltanto due, tra cui una barca a vela), per manifestare così in maniera pacifica contro questa discutibile soluzione. Risultato? Sulla ringhiera sono comparsi soltanto un paio di vecchi scarponi, uno di ciabatte, uno di infradito e un paio di jeans usati. Tutti sistemati da Boris Kurilić, l’unico cittadino che ha risposto all’invito.

Facebook Commenti