Casa della salute a Fiume: un mammografo di ultima generazione

Mammografo d’ultima generazione in dotazione alla Casa della salute

Il nuovo mammografo in dotazione alla Casa della salute vv

Al Centro per la prevenzione delle malattie croniche non infettive e precisamente al reparto di radiologia della Casa di salute regionale si è svolta ieri la cerimonia di consegna di un nuovo mammografo. Si tratta di un apparecchio digitale d’ultima generazione con tomosintesi, che aumenterà sensibilmente la qualità delle visite diagnostiche. Il valore del mammografo ammonta a 2 milioni di kune, interamente assicurate dalla Regione litoraneo montana.

 

A consegnare il prezioso apparecchio è stato il presidente della Regione, Zlatko Komadina, affiancato dalla sua vice Marina Medarić e dalla capodipartimento per la tutela sanitaria e la previdenza sociale, Đulija Malatestinić.

L’apparecchio, l’unico di questo genere in Croazia, produce immagini eccezionalmente nitide in 3D e possiede sofisticati strumenti di lavoro che ne semplificano il funzionamento, un’elevata ergonomia per migliorare il comfort della paziente e ha la possibilità di effettuare la biopsia stereotassica, che viene svolta in caso di serie anomalie riscontrate durante una visita precedente.

Presenti alla consegna dell’apparecchio, il direttore della Casa di salute, Vladimir Mozetič e le radiologhe, dott.sse Emina Gregurević Dujmić e Sabina Juranić Lenac.

“Oggi è una giornata speciale e vorrei ringraziare tutto il personale medico sanitario, composto in prevalenza da donne, per tutto il loro contributo nella salvaguardia della salute degli abitanti, per la loro abnegazione al lavoro in tempi di pandemia, ma soprattutto per la professionalità e l’ottima qualità dei servizi che offrono”, ha detto Zlatko Komadina.

Vladimir Mozetič ha precisato che la Casa della salute offre numerosi servizi a livello regionale e la lunghezza delle liste d’attesa è al di sotto della media nazionale. “In un giorno così simbolico, dedicato alla componente femminile, non poteva mancare questo ‘regalo’, che andrà a completare e innalzare ulteriormente la qualità delle diagnosi. Oltre all’ambulatorio sunnominato, l’esame mammografico può venir effettuato soltanto presso il Centro clinico-ospedaliero di Fiume, dove è in funzione un apparecchio mammografico con tomosintesi acquistato nel 2018”.

Il mammografo in questione, come illustrato dalla radiologa Emina Gregurević Dujmić, verrà usato per le visite specialistiche biennali, il monitoraggio delle anamnesi delle pazienti con una patologia cancerogena e per il programma a livello nazionale della lotta contro il tumore al seno. “A livello regionale il progetto è stato accolto ottimamente con il 70 per cento di visite. La pandemia ha rallentato di pochissimo il programma e speriamo di superare nell’anno in corso questa percentuale”.

Facebook Commenti