Nubifragio a Fiume. Vigili del fuoco ancora all’opera

0
Nubifragio a Fiume. Vigili del fuoco ancora all’opera
Foto Roni Brmalj

Fiume sta ancora contando i danni della bomba d’acqua di mercoledì pomeriggio/sera 28 settembre. Un nubifragio che ha causato anche una vittima e ingenti danni, ma non sufficienti, come ha spiegato il sindaco Marko Filipović, per decretare lo stato di calamità naturale. Numerose case e negozi in centro sono stati allagati e i Vigili del fuoco sono ancora impegnati nelle operazioni di pompaggio dell’acqua dai vani allagati. Lo ha confermato oggi, venerdì 30 settembre, il capo dei pompieri fiumani, Hinko Mance. Parlando ai microfoni della Tv pubblica (Hrt), Mance ha reso noto che i suoi uomini, circa una trentina, hanno lavorato tutta la notte per pompare l’acqua fuori da alcune case e negozi. “Il problema del capoluogo quarnerino è la sua conformazione, poiché quando si verifica un nubifragio del genere, tutta l’acqua corre verso il centro città. Ed è proprio qui che abbiamo avuto i maggiori problemi. Ma ora la situazione sta notevolmente migliorando”, anche se pure per oggi si prevedono precipitazioni, ma molto meno intende di di ieri, ma soprattutto di mercoledì, una giornata che rimarrà nella storia di Fiume.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display