Croazia. Turismo: un mese di sconti

Una veduta aerea dei Laghi di Plitvice. Il Parco nazionale è una delle mete più amate dai turisti che visitano la Croazia. Foto: Borna Filic/PIXSELL

I lettori di una delle maggiori riviste dedicate ai viaggi, l’americana Condé Nast Traveler hanno inserito la Croazia nella top ten delle migliori destinazioni turistiche nel mondo per il 2021. Lo ha reso noto ieri l’Ente turistico della Croazia (HTZ) che ha unito le forze con il Ministero dello Turismo e delo Sport per promuovere l’iniziativa “Mese del turismo croato” e favorire il prolungamento della stagione turistica. Sono circa 200 i soggetti operanti nel settore dell’industria dell’ospitalità (offrendo sistemazione, servizi ristorativi, promuovendo eventi culturali, escursioni ed altro) ad aver aderito al progetto. L’azione si protrarrà fino alla fine di ottobre e si potrà godere di sconti per offerte turistiche di almeno il 35 per cento. Prolungare la stagione a 365 giorni “C’è grande interesse per quest’iniziativa non solo da parte dei soggetti che operano nel settore turistico ma anche di villeggianti nostrani e stranieri che hanno dimostrato fin qui di prediligere soprattutto l’offerta turistica dell’Istria e dei Laghi di Plitvice”, hanno fatto sapere dal predetto dicastero ricordando che l’iniziativa di quest’anno vuole essere il prosieguo della Settimana di degno riposo, che in un primo momento avrebbe dovuto protrarsi dal 16 al 25 ottobre 2020 ma visto il notevole interesse dimostrato sia dai turisti che dagli imprenditori era andata avanti fino alla fine del mese. “Attualmente, nella bassa stagione, stiamo registrando ottimi risultati il che conferma come la Croazia abbia tutte le carte in regola per divenire una destinazione turistica da visitare tutto l’anno. Soltanto nel mese di settembre in Croazia sono stati realizzati 1,9 milioni di arrivi e 12 milioni di pernottamenti per una lievitazione nei confronti dell’anno scorso di rispettivamente 245 e 147 punti percentuali”, hanno reso noto dal Ministero competente. Da rilevare che all’indirizzo mjesechrvatskogturizma.hr si trovano tutte le informazioni relative a quest’iniziativa e alle offerte delle grandi catene alberghiere, dei parchi nazionali, dei campeggi e dei parchi naturali come pure quella degli affittacamere privati. Al momento in Croazia soggiornano 136.450 vacanzieri di cui 112.323 sono stranieri. Dall’inizio dell’anno ad oggi nel Paese sono stati realizzati più di 80 milioni di pernottamenti ossia il 53 per cento in più nei confronti dello stesso periodo di un anno fa e il 78 per cento di quanto registrato nel 2019, anno record del turismo croato.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.