Croazia. Influenza, in fumo un milione di giornate lavorative

L'anno scorso si sono registrati 28.664 casi di persone costrette a letto a causa del virus

Mercoledì, 6 novembre, inizia la campagna di vaccinazione in Croazia Foto Matija Habljak/PIXSELL

All’anti-vigilia della campagna vaccinazioni contro l’influenza (da mercoledì) una ricerca dell’Ue ci dice che la Croazia nel periodo dell’influenza perde qualcosa come un milione di giornate lavorative. L’anno scorso si sono registrati 28.664 casi di persone costrette a letto a causa dell’influenza, la maggior parte con residenza a Zagabria, poi nella Regione di Osijek e della Baranja e in quella di Brod e della Posavina. Il picco si è avuto nella quarta settimana del 2019, quando si è registrato il maggior numero di casi nelle ultime sei stagioni
L’anno scorso hanno aderito alla campagna di vaccinazione 323.303 persone, la maggior parte dei gruppi a rischio. Si calcola che il 29% delle persone vaccinate era di età over 65 anni. Una crescita rispetto all’anno 2017, ma un netto calo rispetto a 10 anni fa quando le percentuali di persone vaccinate contro l’influenza raggiungeva il 40% della popolazione over 65. In totale stando all’Ente pubblico per la salute, si sono verificati 61.206 casi di malattie simili all’influenza, con 107 casi di morte.

Facebook Commenti