Capodistriano. Bilinguismo carente, sbagli da segnalare

Nonostante tutte le iniziative si ripetono gli errori assurdi nelle scritte bilingui

L’ultimo esempio di bilinguismo carente a Parezzago

La questione del bilinguismo e del suo rispetto sul territorio nazionalmente misto ritorna in primo piano ciclicamente. Gli esempi di errori nelle indicazioni aggiuntive, che riguardano le eccezioni al significato di base del segnale stradale, non si contano più. L’ultima segnalazione è giunta da Sezza, dove la connazionale Monika Bertok, che vive in zona, ha rilevato una grossolana svista nella dicitura in italiano (locate), ma non le è sfuggita nemmeno la parola sbagliata in sloveno (lokani).

Un segnale stradale in centro a Capodistria

Segno di netta negligenza da parte delle aziende che sono incaricate di preparare e disporre i segnali lungo le vie ed evidentemente non si preoccupano delle spese che poi si sobbarcano per apportare correzioni, senza dubbio evitabili con maggiore attenzione. La segnalazione partita al Comune di Pirano ha trovato immediato riscontro ed è stato assicurato che gli uffici competenti si muoveranno subito per porre rimedio agli errori. Un’altra “perla” di bilinguismo l’abbiamo trovata noi in pieno centro storico a Capodistria, dove a creare difficoltà sono le doppie di “permessi” o forse, chisssà, le lettere “s” sul segnale sembravano già troppe. Si spera che queste righe siano tenute in considerazione come una denuncia del bilinguismo sbilenco nelle nostre vie

Facebook Commenti