Vaccino J&J, stop da Slovenia dopo morte 20enne

La Slovenia ha deciso di sospendere la somministrazione del vaccino Johnson & Johnson contro il coronavirus dopo che una donna di 20 anni dopo la vaccinazione per coaguli di sangue. Lo ha annunciato il ministro della Sanità Janez Poklukar. La Slovenia aveva già sospeso l’uso del vaccino monodose di Johnson & Johnson, dopo la morte a settembre della donna, deceduta per un’emorragia cerebrale e coaguli di sangue, giorni dopo aver ricevuto una dose. Un comitato di esperti ha confermato una rara complicanza indotta dal vaccino.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.