Morto a 85 anni Toni Santagata, sua ‘Quant’è bello lu primm’ammore’

E’ morto questa mattina il cantautore Toni Santagata. Antonio Morese all’anagrafe, l’artista, 85 anni, era originario di Sant’Agata di Puglia, e nel 1974 vinse ‘Canzonissima’ con il brano ‘Lu Maritiello’. Tra i suoi pezzi, ‘Quant’è bello lu primm’ammore, che gli costò negli anni ’60 una censura in Rai, e ‘Squadra Grande’, sigla dello storico programma tv ‘Golflash’. Per la tv pubblica condusse, tra l’altro, la trasmissione per ragazzi Il dirigibile, mentre per Radio Rai condusse e scrisse le trasmissioni Miramare, Radio taxi, Di riffa o di Raffa, Radio Punk.

Tanti i concerti in Italia e all’estero, tra cui, memorabili, le due serate del 1976 al Madison Square Garden di New York. Nell’ottobre 1992 viene scritturato per un concerto in piazza S. Giovanni a Roma, ripreso da Rai 1, cui partecipano 500.000 persone. Nel corso della sua carriera ha scritto 6 opere musicali moderne. La più nota è Padre Pio Santo della speranza, eseguita in Vaticano presso l’Aula Paolo VI la sera della canonizzazione del Santo. La canzone finale, Padre Pio ho bisogno di te, è diventata la preghiera ufficiale dei fedeli del santo. È stato inoltre tra i fondatori della Nazionale Attori, della quale è stato a lungo capocannoniere.

L’ultima apparizione in video il 22 ottobre scorso a ‘Oggi è un altro giorno’.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.