Appello degli scienziati: «Epidemia fuori controllo. Bisogna fare così…»

Preoccupati dall’andamento dell’emergenza sanitaria e soprattutto dall’alto numero di decessi (solo oggi se ne contano 72), 26 illustri scienziati e medici croati che operano sia in patria che all’estero, hanno lanciato oggi, domenica 6 dicembre, un appello pubblico contenente una serie di suggerimenti da seguire per superare la crisi. Nell’appello si afferma anche che la diffusione del Covid “è sfuggita a controllo” delle istituzioni e per questo motivo è necessario introdurre quanto prima metodi più rigorosi per arginare  l’epidemia. “Soltanto in questo modo è possibile fare prevenzione, ridurre il numero di malati e alleviare la pressione sul sistema sanitario”. È necessario, inoltre fare chiarezza sui criteri per i tamponi, sul tipo di test e sulle località dove si effettuano. Tutte le notizie devono essere trasparenti e disponibili su Internet.
Nel momento in cui si perde il controllo dell’epidemia, “bisogna fare più tamponi”, in modo da abbassare la percentuale di positività degli stessi, che ora veleggia al di sopra del 30-35%. Gli scienziati suggeriscono anche l’introduzione di un sistema “a semaforo” e la regionalizzazione, in modo da circoscrivere i focolai. I firmatari del documento sono lo scienziato Ivan Đikić, il noto medico e scrittore, Igor Rudan, e tanti altri esperti tra cui pure alcuni fiumani, come la dottoressa in biomedicina e immunologia Vanda Juranić Lisnić, l’ingegnere e matematico, Igor Mezić, i medici e docenti universitari Luka Čičin-Šajn (ex alunno della scuola elementare Dolac e della Smsi di Fiume), Bojan Polić, Stipan Jonjić e Pero Lučin.

Facebook Commenti