Rijeka, Tomić chiede il bis

Dopo l’incoraggiante vittoria in casa dello Slaven Belupo domani pomeriggio (ore 15) la compagine fiumana fa visita al Varaždin. A due giornate dalla conclusione del campionato entrambe le squadre hanno bisogno dei tre punti per realizzare gli obiettivi

Frank Andrijašević, capitano del Rijeka

Sulle ali dell’entusiasmo per la ritrovata vittoria, che sommata alla sconfitta del Gorica lo ha portato a -4 dal terzo posto, il Rijeka parte nel pomeriggio alla volta di Varaždin, dove domani con inizio alle ore 15 affronterà i padroni di casa nell’ambito della penultima giornata di Prima Lega. Una partita che entrambe le squadre vorranno assolutamente vincere: i padroni di casa per evitare la retrocessione e i fiumani per continuare a inseguire l’obiettivo Conference League. Delle ipotesi e delle piste che portano in Europa abbiamo parlato più volte, stavolta ci limitiamo a dire che i tre punti di Varaždin potrebbero rivelarsi alla fine cruciali. Ecco perché è tassativamente vietato sbagliare.

 

Goran Tomić è sembrato molto soddisfatto per quanto visto dalla sua squadra contro lo Slaven Belupo, battuto a domicilio per 2-0. Un Rijeka concreto e spietato, sceso finalmente in campo con il piglio giusto. “Voglio rivedere la stessa grinta e determinazione anche a Varaždin – dice –. Quando l’atteggiamento è quello giusto, solitamente i risultati non vengono a mancare. Se guardiamo la differenza di valori tra le due squadre, allora non dovrebbe esserci partita, ma nel calcio non è così. Dovremo sudarceli e meritarceli i tre punti. Sino alla conclusione del campionato ci sono ancora due gare e noi vogliamo vincerle entrambe. Sappiamo benissimo quale sia il nostro obiettivo e soltanto facendo bottino pieno possiamo sperare di raggiungerlo. Dobbiamo guardare prima di tutto in casa propria, senza pensare a ciò che faranno le nostre concorrenti al terzo-quarto posto”.

Nulla di più vero perché, al di là della buona prova a Koprivnica, questo Rijeka non sembra ancora definitivamente guarito. Troppi gli alti e bassi e le insicurezze, che non danno certezze della vittoria. Basta che l’avversario di turno metta i fiumani sotto pressione e subito sono guai. Lo si è d’altronde visto anche con Osijek e Hajduk, ma soprattutto con la Dinamo. Insomma, il problema non è soltanto fisico o tecnico, ma in gran parte anche mentale.

Franko festeggia, Murić rientra
A Varaždin Tomić potrebbe riporporre grossomodo lo stesso undici che ha battuto lo Slaven. In attacco rientra Murić, e chissà che il tecnico non decida di preferirlo magari a Menalo. L’altra punta sarà Drmić, con Andrijašević alle loro spalle. Salvo imprevisti dell’ultima ora, il capitano festeggerà la sua presenza numero 100 con la maglia del Rijeka, un traguardo non certo da poco. Lo spalatino è uno dei pochi reduci della trionfale stagione che aveva portato al primo titolo della storia. A centrocampo resta da vedere se ci sarà la conferma di Pavičić oppure tornerà titolare lo sloveno Čerin, reduce da un periodo piuttosto negativo. Non è da escludere poi che Tomić possa dare un’occasione a Lepinica, come successo già a sorpresa con la Dinamo. La difesa a tre ha funzionato bene con lo Slaven e di conseguenza sembra scontato di rivedere nuovamente Galović, Capan ed Escoval, anche se Tomić ha detto chiaramente che ogni partita è un capitolo a parte e bisogna tatticamente adattarsi all’avversario. Se lo Slaven gioca con in mezzo una torre (l’ex Krstanović), il Varaždin si affida a due attaccanti larghi e mobili come Obregon e Herrera. Il 2-2 del Varaždin al Maksimir deve sicuramente fungere da avvertimento…

Andrijašević nella Top 11
Frattanto, Franko Andrijašević è stato inserito nella Top 11 della terz’ultima giornata di campionato nella consueta rubrica del quotidiano Sportske novosti. Il capitano ha aperto le marcature ed è stato uno dei migliori in campo nel 2-0 in trasferta allo Slaven Belupo. Per Franko è la sesta nomina nella Top 11 di giornata, il che gli permette di figurare anche nella squadra ideale del campionato 2020/2021. Presente anche il portiere Ivan Nevistić.

Il trofeo “Maglia gialla” vede attualmente al comando l’attaccante argentino dell’Osijek, Ramon Mierez, con 120 punti. Seguono Kristijan Lovrić (Lokomotiva) con 113 e Mislav Oršić (Dinamo) con 111.

Facebook Commenti