«Le naufraghe» conquistano Parenzo e il Festival della risata

PARENZO | Sono stati più di 2.000 gli spettatori che hanno seguito la XII edizione del Festival Zlatni zub (Dente d’oro), conclusosi a Parenzo. La manifestazione, dedicata alla commedia e alla risata, pensata per rendere meno grigie le fredde giornate invernali, ha raggiunto quest’anno un successo inaspettato. Sono stati ben 12 gli spettacoli in programma, di cui 9 rappresentazioni teatrali e 3 concerti. I biglietti sono andati quasi tutti a ruba e in alcuni casi gli spettacoli sono stati replicati, a grande richiesta del pubblico.

Il responso dell’applausometro

A decretare i vincitori è stato l’applausometro. Di conseguenza, il Dente d’oro, è andato alla commedia “Brodolomke” (Le naufraghe), del Teatro “Moruzgva” e quello d’argento a “Furbaćona 2”, del Teatro Popolare Istriano di Pola.
Ripercorrendo brevemente il percorso dell’edizione di quest’anno, ricordiamo che era iniziata con un fuoriprogramma: lo spettacolo “Shakespeare all’Exit”, con il quale il Teatro Exit di Zagabria ha festeggiato il quarto di secolo d’attività. La competizione vera e propria è iniziata con “Furbaćona 2”, del Teatro Popolare Istriano di Pola, con testo scritto nel dialetto ciacavo di Lindaro, che s’ispira alla “Moscheta” di Ruzante. La Scena di Gorica si è presentata con “I živjele su sretno” (E vissero felicemente), che, per la sorpresa di tutti, è stata replicata in seguito al grande interesse del pubblico. Con la controversa e divertente “Porn star” il Ri Teatar di Fiume ha celebrato i suoi diciannove anni d’attività. “Il balcone di Giulietta”, invece, dell’Hit Teatar era certamente tra le più brillanti. Tarik Filipović ha presentato la carismatica leggenda vivente del calcio croato Ćiro Blažević, impersonificando, in un solo posto, due personalità diverse. “Majstor Jura” del Teatro “Tragači” e del Centro giovanile “Ribnjak”, ha toccato l’anima degli spettatori”, il Teatro “Moruzgva” con “Le naufraghe” ha celebrato la sua decennale attività, ha fatto ridere a crepapelle e divertire, e ha pure replicato lo spettacolo.

Fuoriprogramma e musica

A conclusione della manifestazione c’è stato un altro fuoriprogramma, con protagonista il Teatar Naranča di Pola, che ha presentato per il pubblico dei più piccoli “I racconti dalla scatola magica”.
In programma anche eventi musicali, a partire dal concerto del complesso bandistico “Porečki Delfini”, poi in occasione della Giornata internazionale della donna si è esibito il Cool Quartet, mentre nella serata finale la scena è stata tutta per Barbara Munjas.
Il Festival è stato organizzato dall’Università Popolare Aperta di Parenzo, con il patrocinio municipale, regionale, del Ministero per la cultura della Repubblica di Croazia, dell’Ente turistico locale, della Valamar Riviera e della Vino Damjanić.

Facebook Commenti