L’Adria Summer Festival trasloca in Arena

La kermesse, che fino allo scoppio della pandemia si teneva a Medolino, avrà luogo il 6 e il 7 agosto nell'anfiteatro polese

0
L’Adria Summer Festival trasloca in Arena

Riprendono a suon battuto gli eventi che per due anni non si sono tenuti a causa della pandemia da coronavirus. In questi giorni molti organizzatori di concerti, Festival e altri tipi di esibizioni dal vivo annunciano le proprie proposte per l’estate. Non fa eccezione nemmeno l’Adria Summer Festival, un riuscitissimo evento che prima della pausa Covid si teneva nei pressi del Vecchio mulino a vento a Medolino.

L’edizione 2022 presenta una grande novità. Il Festival si è trasferito su un palcoscenico molto più prestigioso, l’anfiteatro polese. Le date sono quelle del 6 e del 7 agosto. Il primo giorno si esibiranno il cantante montenegrino Sergej Ćetković e il suo collega rovignese Tony Cetinski. Il giorno dopo invece sarà la volta del cantante serbo Bajaga e del complesso S.A.R.S.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, uno degli organizzatori, Sandro Želesko, ha ripercorso il passato delle prime cinque edizioni dell’Adria Summer Festival che ha ospitato 25 cantanti e complessi (Severina, “Parni valjak”, “Prljavo kazalište”, Zdravko Čolić, TBF, “Hladno pivo”… soltanto per fare qualche nome) e 5 deejay tra cui Dave Morales. “Cinque edizioni che hanno superato le più rosee aspettative e durante le quali non si è verificato alcun incidente”, ha detto Želesko, mentre il suo partner nell’organizzazione, Branko Percan, ha parlato dell’edizione 2022 dicendo che “organizzare l’evento in Arena è una bella sfida. Sono sicuro che ce la faremo in quanto abbiamo un ottimo team. Mi sento inoltre di ringraziare il Comune di Medolino che ci è stato vicino nelle prime cinque edizioni”.
Il sindaco di Pola, Filip Zoričić, si è detto sicuro che il Festival sarà un successo in quanto organizzato da persone di casa. “Grazie a coloro che si esibiranno. Dopo due anni tutti sono desiderosi di eventi all’aperto e anche i prezzi dei biglietti mi sembrano accessibili”, ha detto Zoričić.
A proposito di biglietti: i tagliandi sono da ieri in vendita attraverso la piattaforma eventim.hr. Quello per il primo giorno viene a costare 120 kune, per il secondo 100. Il biglietto unico per i due giorni viene invece a costare 200 kune. Sul prezzo si è espresso pure Tony Centinski. “Un plauso agli organizzatori, alcuni club fanno pagare 200-250 kune per concerti singoli nei loro locali. Con il collega e amico Sergej dovremo studiare qualcosa da proporre insieme al pubblico”, ha dichiarato il rovignese. Il cantante montenegrino Sergej Ćetković ha detto che coronerà un sogno quando si esibirà in Arena e figurerà tra i nomi di coloro che hanno fatto grande l’Adria Summer Festival”.
Da sottolineare infine che, stando agli organizzatori, 5 kune del costo di ciascun biglietto verranno devolute a scopi umanitari. I beneficiari verranno decisi insieme al Municipio di Pola a fine evento.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display