La cultura italiana in tv con la «Fratellanza»

Il Coro della Comunità degli Italiani di Fiume tra gli ospiti di «Lijepom našom», la trasmissione della Htv dedicata al Carnevale

I coristi della "Fratellanza" dietro le quinte, in attesa dell'esibizione. Foto Vanja Michelazzi

La trasmissione itinerante della Radiotelevisione croata (Htv) “Lijepom našom” (Attraverso il Paese) ha fatto tappa a Fiume per cogliere il clima festoso tipico del periodo carnevalesco. L’evento, che verrà trasmesso in tv il 22 e il 29 febbraio, si è svolto al Centro sportivo di Zamet e ha interessato i gruppi carnevaleschi della nostra regione, le minoranze nazionali e i personaggi che nel corso degli anni sono diventati il simbolo del Carnevale fiumano, come Mastro Toni.
A rappresentare la Comunità Nazionale Italiana e la CI locale è stato il Coro misto della “Fratellanza”, che ha eseguito la nota canzone popolare “Come porti i capelli bella bionda”. La corista Silvana Zorich ci ha svelato i retroscena di quello che alla televisione potrà sembrare un comunissimo concerto.
“La trasmissione ‘Lijepom našom’ ha sempre dato spazio alle minoranze – ha spiegato – e per noi della ‘Fratellanza’ di Fiume è stato un grandissimo onore rappresentare la nostra Comunità degli Italiani. Per l’occasione ci siamo mascherati con qualche piccolo accessorio e abbiamo eseguito una canzone tipica fiumana. A dirigere il coro è stata la maestra Nicoletta Olivieri, mentre ad accompagnarci al pianoforte è sempre la maestra Viera Lukšić. Alla televisione, però, gli spettatori non vedranno le due maestre in quanto per esigenze pratiche ci siamo recati al centro di Zamet il giorno prima e abbiamo registrato la canzone con l’accompagnamento. Forse sarà un po’ deludente per qualcuno, ma alla tv canteremo in playback”, ha rivelato la Zorich.
I cantanti del coro misto della “Fratellanza” sono stati affiancati pure dalla maschera dell’aquila bicipite e da quella dell’acqua che scorre. Silvana Zorich ha rivelato pure che il coro e la CI sono stati presentati come le forze motrici dell’italianità a Fiume e coloro che portano avanti la lingua e la cultura italiane. Il famoso conduttore della trasmissione, Branko Uvodić, ha sottolineato che il Coro della CI non si limita a cantare soltanto in italiano, ma nel suo repertorio ha pure molte canzoni in croato. Ricordiamo che il materiale filmato durante la serata mascherata al Centro di Zamet verrà proposto in due trasmissioni televisive di 75 minuti ciascuna, entrambe dedicate al Carnevale fiumano e agli usi legati a questo periodo dell’anno.
Alle riprese hanno partecipato Ana Rucner, gli scampanatori di Zamet (Zametski zvončari), la Reginetta del Carnevale 2020 Dora Piletić con Mastro Toni, il gruppo “Siti i pijani”, il gruppo “Circolo”, le Società dei Russini e degli Ucraini ‘’Kaljinka’’, la SAC “Sevdah“, la SAC “Bazovica“, la Società culturale macedone “Ilinden“, la klapa femminile Kamelija, le klape Kastav, Teha, Vinčace, Grobnik e Luka, il gruppo Baruffa, Mladen Dorić, il Trio Marinero, Sergio Pavat e l’Alfa band, Duško Jeličić e Bonaca, Mauro Staraj e La banda, il complesso di tamburaši Merak, Vivien Galetta, Voljen Grbac, Mario Batifiaca, Koktelsi, Stefani Žužić, Šajeta, Andrej Baša, l’Orchestra Lojze Slak e Tamara Brusić.

Facebook Commenti