«Belvedere Klimt». Posti d’onore

Il Teatro fiumano ha rimesso a nuovo il loggione e lo ha denominato Belvedere Klimt per l'ottima visuale degli affreschi

Gli affreschi di Gustav Klimt

I posti a sedere posizionati più in alto nella galleria del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc”, il cosiddetto loggione o piccionaia, da ora verranno chiamati “Belvedere Klimt”.
Gli spettatori che compreranno i biglietti per questa porzione della galleria potranno godere non soltanto dei nuovi sedili, ma anche di un’ottima visuale degli affreschi restaurati di Gustav Klimt, posizionati nella parte centrale del soffitto, attorno al lampadario.Ottima vista e acustica
La direzione del Teatro ha spiegato che non sono solo questi i vantaggi del “Belvedere Klimt”, ma anche un’ottima acustica e una vista a tutto tondo dell’interno del Teatro.

Il “Belvedere Klimt” diventerà un punto del futuro tracciato espositivo che è in fase preparatoria in questo momento e che comprenderà la Galleria Zajc e parlerà della storia del Teatro fiumano, ma anche della vita teatrale e delle persone che vi hanno lavorato in passato e che vi lavorano oggi, creando l’immagine del Teatro di adesso.
I primi ad ammirare gli affreschi di Klimt dal loggione sono stati coloro che hanno acquistato i biglietti per il concerto sinfonico “Musorgski, Prokofjev, Čajkovski” di ieri sera.

Facebook Commenti