Castelli e vecchi mestieri libero sfogo alla fantasia

Goran Žiković

Per il 24.esimo anno consecutivo, si è svolta ieri alla Scuola elementare italiana San Nicolò di Fiume, la consegna dei diplomi ai vincitori del concorso regionale “Europa a scuola”. Come sempre al concorso hanno aderito gli alunni delle elementari e delle medie superiori, nonché giovani dai 18 ai 21 anni di età nei campi della letteratura, della musica e delle arti figurative. Il tema della gara di quest’anno è stato “Rifletti: da che cosa è formata l’Europa?”. I ragazzi che hanno ottenuto un premio regionale avranno la possibilità di partecipare al livello nazionale della competizione, che si terrà nella Casa europea di Zagabria. 

I premiati nella categoria lavori letterari di quest’anno (V-VIII classe), avente come tema “Viaggiamo nella città europea più bella” sono: Romina Buttignon, Virna Vozila e Riccardo Mattia Eletti (SEI San Nicolò, mentore Sara Vrbaški), nonché Michela Koraca (SEI Gelsi, mentore Ksenija Benvin Medanić).

Per quanto riguarda le medie superiori (I e II classe), il tema era “Uno scrigno del sapere – mestieri artistici e tradizionali” e i vincitori sono: Karla Sorčić (La fisarmonica, un capolavoro unico, prodotto dalle mani di tanti artigiani – mentore Emili Marion Merle), Dorian Superina (Tesoro di sapere: arte e tradizioni – mentore Rina Brumini) e Anabela Frankola (Il Moretto, quasi un amuleto… – mentore Emili Marion Merle), tutti della Scuola media superiore italiana.
Nella categoria lavori artistici (I-IV classe), avente come tema “Il mio castello croato preferito”, si è classificata Clara Konta (SEI San Nicolò – mentore Tašana Bobanović), mentre per le classi superiori, il tema è stato “Il mio castello europeo preferito” ha vinto Erika Bogović (SEI San Nicolò – mentore Tea Paškov Vukojević).
I lavori giunti al cospetto della giuria sono stati tantissimi. “Ogni anno rimango sorpresa dalla qualità e dalla quantità dei lavori che partecipano al concorso – ha detto Iva Bradaschia Kožul, direttrice della SEI San Nicolò –. Ciò dimostra che la fantasia e la creatività non mancano e che grazie ai vostri mentori la esprimete senza freni”.
I temi di quest’anno, come detto da Zvjezdana Vidaković, presidente della giuria regionale, sono statitrattati in modo impeccabile. “Avete viaggiato per tutta l’Europa con i vostri lavori parlando di mestieri, castelli e strumenti e presentando il patrimonio artistico-culturale. La diversità ci unisce ed è quello che rende l’Europa così speciale. Ringrazio tutti i vostri insegnanti e mentori che hanno saputo trasmettervi l’amore per la scrittura, l’arte e la musica. Vi auguro tanto successo anche a livello nazionale”, ha concluso Zvjezdana Vidaković. 

Facebook Commenti