Zagabria. Inaugurati i Giorni del Prosecco (foto)

prosecco
Foto Roni Brmalj

Le bollicine più apprezzate al mondo, quelle del Prosecco, che dal 2009 vanta la denominazione d’origine controllata (DOC) – nascono in uno dei lembi più belli d’Italia. La zona di produzione del Prosecco DOC si trova nell’area Nord orientale dello Stivale e più precisamente nei territori ricadenti in cinque Province del Veneto (Belluno, Padova, Treviso, Venezia e Vicenza) e in quattro nel Friuli Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine). Il Comune di Trieste, si ricorda, include il quartiere/abitato di Prosecco (Prosek in sloveno) al quale si deve il nome della suddetta regione vinicola. Il Prosecco DOC – ottenuto principalmente dalla lavorazione delle uve bianche di tipo Glera, definito dagli intenditori “allegro, leggero, fresco, fruttato e amichevole”, è considerato da molti l’incontrastato re degli aperitivi. Un vino facile da abbinare a moltissimi piatti della tradizione culinaria italiana, primi fra tutti paste, risotti e pizza. In virtù del suo profumo floreale e fruttato, sapore fresco, leggero e brioso: il Prosecco DOC è il vino simbolo del bere semplice, raffinato che s’identifica con l’inconfondibile stile di vita Made in Italy.
Negli ultimi anni il Prosecco DOC ha saputo conquistare un numero crescente d’estimatori pure in Croazia (le stime più recenti parlano di 400-450mila bottiglie importate), dove l’apprezzamento per gli spumanti e i vini frizzanti è in fase crescente, come testimoniato anche dall’aumento dell’interesse dei produttori croati per la realizzazione di queste tipologie di prodotti. Al fine di promuovere ulteriormente questo fiore all’occhiello dell’offerta vincola italiana (500 milioni di bottiglie prodotte nel 2020, di cui circa il 78,5 p.c. esportati all’estero, per un giro d’affari stimato in 2,4 miliardi di euro) l’associazione Vinoljupci (nata nel 2014 al fine di promuovere la cultura enologica e la consapevolezza dell’importanza del vino per l’economia e il turismo) e la Camera di commercio italo-croata (CCIC-THGK), hanno deciso di promuovere a Zagabria i Giorni del Prosecco 2021 (Prosecco Days 2021, 14 e 15 ottobre 2021). L’evento – sostenuto dall’Ambasciata d’Italia a Zagabria e dal Consorzio di tutela della denominazione di origine controllata Prosecco di Treviso (la Rõmerquelle ha fornito l’acqua) – è stato inaugurato oggi negli spazi dell’Hotel Dubrovnik dall’Ambasciatore italiano in Croazia, Pierfrancesco Sacco e da Andrea Battistella, vicedirettore del Consorzio di tutela della DOC Prosecco. A porgere il benvenuto agli espositori e visitatori sono stati pure Tatjana Operta (Ufficio municipale per l’economia, l’energetica e lo sviluppo sostenibile) che ha portato il saluto del sindaco di Zagabria, Tomislav Tomašević, Andrea Perkov, direttrice generale della Camera di commercio Italo croata (CCIC-THGK) e Irena Lučić dell’associazione Vinoljupci.



Il servizio completo sulla Voce in edicola venerdì15 ottobre, o in formato digitale. Clicca qui e abbonati.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.