Vida positivo: Croazia e Turchia in ansia. Svezia in dubbio

Domagoj Vida. difensore della nazionale croata e dei turchi del Besiktas. Foto Igor Kralj/PIXSELL

Scende in campo nell’amichevole tra Turchia e Croazia, ma viene sostituito durante l’intervallo quando lo staff medico della nazionale croata viene a sapere che è positivo al Covid. Il protagonista della storia è Domagoj Vida, il difensore della selezione vicecampione del mondo e dei turchi del Besiktas. Ora sia tra i giocatori croati e quelli turchi serpeggia il panico.
“I risultati ufficiali sono arrivati poco dopo la mezzanotte, ma già durante l’intervallo dell’amichevole giocata a Istanbul abbiamo ricevuto un’informazione preliminare sulla possibile positività di Vida”, si legge nel comunicato della Federcalcio croata (HNS). “Il giocatore è stato immediatamente sostituito e isolato come da protocollo”, aggiunge l’HNS. Tutti gli altri giocatori risultati negativi ai test sono volati a Stoccolma, dove sabato 14 novembre, si dovrebbe giocare il match di Nations League tra Svezia e Croazia. Il condizionale è d’obbligo, come specificano i giornalisti svedesi, i quali temono che la partita potrebbe essere rinviata proprio a causa del caso Vida, che è rimasto a Istanbul, dove milita per la squadra locale del Besiktas. Il difensore che mercoledì sera è sceso in campo con la fascia di capitano, potrebbe aver contagiato qualche compagno di nazionale, ma anche qualche giocatore turco con cui si è intrattenuto amichevolmente dato che gioca proprio in Turchia.

Facebook Commenti