Vacanze dalmate per Ecclestone

L'ex patron della Formula 1 ha attraccato a Traù (Trogir)

Il megayacht Petara di Bernie Ecclestone ormeggiato a Traù (Trogir). Foto Miranda Cikotic/PIXSELL

Il Petara è approdato a Traù (Trogir): nato dai nomi delle figlie Petra e Tamara, il lussuoso yacht dell’ex patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, ha suscitato curiosità e interesse di locali e turisti. Lo yacht è lungo 58 metri ed è dotato di 12 cabine, metà per l’equipaggio, l’altra metà per gli ospiti. L’imbarcazione, in quanto a design, è stata firmata nel 2005 da Osman Tanju Kalaycioglu: può raggiungere una velocità di 18 nodi e pesa 860 tonnellate. Il suo valore viene stimato attorno ai 35 milioni di dollari.
Che il miliardario inglese trascorra le vacanze in Croazia non è una novità, essendo l’ex moglie Slavica (da nubile Radić) nativa di Fiume. I due pur essendo separati hanno mantenuto un buon rapporto e continuano a frequentarsi e trascorrere molto tempo insieme. Viste le origini dell’ex moglie non sarebbe da meravigliarsi se vedessimo il Petara “parcheggiato” nel porto di Fiume.

La figlia Petra cancella le nozze

Recentemente è stata Petra a riempire le colonne dei quotidiani rosa. Era tutto pronto per quello che sarebbe stato il nuovo matrimonio del secolo, tra l’ereditiera Petra Ecclestone, 30 anni, e l’ex venditore di auto Sam Palmer, attualmente direttore di una galleria d’arte a Los Angeles. Tra sfarzi ed eccentricità da sogno, con una sposa abituata agli eccessi e un conto in banca senza limiti, l’evento, era in programma il 10 agosto in Messico e sarebbe dovuto costare circa 17 milioni di euro: una cifra che avrebbe battuto il record fissato dalla stessa Petra  dalle  sue prime nozze con James Stunt, celebrate nel 2011 nel Castello Orsini-Odescalchi, sul lago di Bracciano, costate quattro milioni in meno.
Ma Petra si è convinta a cancellare all’ultimo minuto, rimandando a data da confermare. Nessuna spiegazione ufficiale, ma pare sia stato il padre Bernie a spingerla al ripensamento, preoccupato dalle nozze organizzate troppo in fretta.

Facebook Commenti