Croazia, Turisti stranieri: 2,6 mln di euro per i test antigenici

Una nave all'ingresso del porto di Zara. Foto Dino Stanin/PIXSELL

Il governo croato ha messo a disposizione più di 20 milioni di kune (2,6 milioni di euro circa) per l’acquisto di test antigenici che saranno a disposizione dei turisti che potranno sottoporsi ai tamponi prima di far rientro a casa. Lo ha annunciato il ministro del Turismo, Nikolina Brnjac, ricordando altresì quali siano le regole (in vigore dallo scorso 1.mo aprile) per poter entrare nel Paese: coloro che hanno effettuato la vaccinazione, le persone che sono guarite dal Covid-19 e i passeggeri in possesso di un test negativo al coronavirus. Il ministro ha aggiunto inoltre che anche quest’anno (come già avvenuto nel 2020) i cittadini con passaporto straniero verranno invitati a far uso dell’applicazione entercroatia.mup.hr attraverso la quale i vacanzieri potranno sveltire le pratiche d’ingresso in Croazia. Per quanto riguarda invece il certificato verde digitale, questo dovrebbe entrare in vigore verso la metà di giugno.

Facebook Commenti