Operatori sanitari senza green pass: dal 1.mo ottobre a rischio licenziamento

I lavoratori nel sistema sanitario e dell’assistenza sociale rischiano il licenziamento se non saranno dotati del green pass. Il 1.mo ottobre, infatti, entra in vigore la decisione del governo in base alla quale tutti i medici, le infermiere e i paramedici, nonché i dipendenti delle Case di salute e delle Case degli anziani, dovranno essere muniti del certificato verde, ossia dovranno dimostrare che sono stati vaccinati, guariti negli ultimi sei mesi o dovranno  sottoporsi a tampone. Ma coloro che rifiuteranno di esibire il green pass non potranno accedere nelle strutture sanitarie e di assistenza sociale, ossia saranno considerati assenti ingiustificati dal posto di lavoro. E la legge sul lavoro già prevede sanzioni in questo senso, tra le quali il licenziamento. Lo affermano fonti del governo, che stanno ancora preparando le linee guide che saranno in vigore dal 1.mo ottobre, ossia le sanzioni per coloro che non potranno mostrare il certificato verde.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.