Open Arms. Salvini rinviato a giudizio: «Vado a processo a testa alta»

Matteo Salvini, leader della Lega. Foto: Twitter

Il gup di Palermo Lorenzo Jannelli, ha rinviato a giudizio l’ex ministro dell’interno Matteo Salvini accusato di sequestro di persona e rifiuto d’atti d’ufficio nell’ambito del processo Open Arms. Il senatore della Lega, nell’agosto del 2019, impedì lo sbarco a Lampedusa dei 147 migranti salvati nel Canale di Sicilia.
La prima udienza è fissata dinanzi alla Corte d’Assise di Palermo il 15 settembre. “La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Articolo 52 della Costituzione. Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese? Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l’Italia. Sempre”. Così ha dichiarato Salvini, in un messaggio pubblicato sui suoi propri profili social.

Facebook Commenti