Nuovo ospedale di Fiume. Visita dei ministri, Obersnel non invitato: «Vergogna»

Il ministro della Salute, Vili Beroš, (secondo da destra) durante il sopralluogo al cantiere del futuro ospedale di Fiume. Foto Goran Zikovic

“Per un ministro della Sanità non può esserci più grande soddisfazione di trovarsi di fronte a una struttura che rappresenta un grande passo verso un servizio di cura e assistenza di una qualità ancor più elevata per i cittadini di Fiume, della Regione e di quest’area del Paese”. Lo ha detto il ministro della Salute, Vili Beroš, accompagnato dal ministro delle Infrastrutture Oleg Butković, nella visita al futuro Ospedale di Fiume, nel rione di Sušak, che accoglierà la Clinica pediatrica e quella di ginecologia e ostetricia. Un progetto del valore complessivo di 875 milioni di kune (116 milioni di euro circa). La nuova struttura si estenderà su una superficie complessiva di 44mila metri quadrati disposta su otto piani, di cui due sotterranei, per un totale di 249 posti letto. Oltre alle due Cliniche, vi troveranno spazio anche laboratori di analisi per le necessità di tutti i reparti del Centro clinico-ospedaliero, un locale caldaia, la lavanderia, la cucina, un bar, un ristorante e un ampio parcheggio.
Ma la visita non è andata giù al sindaco Vojko Obersnel, che l’ha definita “da campagna elettorale”. “Non aver invitato il sindaco lo ritengo estremamente offensivo perché la costruzione del nuovo ospedale coinvolge anche la Città di Fiume, che fino ad oggi ha investito 45 milioni di une concedendo. Questo comportamento ignorante da parte dei rappresentanti del governo, che rivendicano la loro paternità del progetto, è il chiaro risultato della campagna elettorale dell’HDZ”, ha scritto il primo cittadino in una nota.

Il servizio completo sulla Voce in edicola martedì 9 giugno o in formato digitale. Clicca e abbonati

Facebook Commenti