Norvegia. Salvata la «Hendrika»: a bordo anche un’imbarcazione costruita a Pola

E’ stata messa in sicurezza e ora sarà trainata al sicuro nel porto norvegese di Alesund la nave cargo Eemslift Hendrika, alla deriva da più di tre giorni nel Mare del Nord a causa di un guasto al motore. I 14 membri dell’equipaggio sono stati salvati dalla Guardia costiera norvegese con un’operazione rischiosa e spettacolare, date le pessime condizioni meteo, con onde alte tra i 6 e gli 8 metri, ma è stato evitato anche un disastro ambientale perché l’imbarcazione aveva in pancia 400 metri cubi di olio combustibile pesante, diesel e lubrificanti. La nave è stata salvata da due rimorchiatori della Smit Salvage, l’azienda olandese specializzata nei recuperi come quello della Costa Concordia sull’isola del Giglio o più recentemente nella riapertura del Canale di Suez dopo l’incidente della Ever Given.
A bordo della Eemslift Hendrika si trovano anche tre imbarcazioni costruite in Croazia: due alla Iskra di Sebenico e una alla Tehnomont di Pola. Si tratta di speciali navi per l’attività negli allevamenti ittici in Norvegia. Il valore di quella realizzata nel cantiere istriano ammonta a ben 6,6 milioni di euro. Ricorderemo che alla fine del 2019 tra lo squero polese e la Norvegia è stato firmato a Trondheim il contratto per la costruzione della settima nave della serie.

La speciale imbarcazione per l’attività ittica in Norvegia costruita alla Tehnomont di Pola

Facebook Commenti