Ipsilon istriana pronta per l’euro. E i pedaggi autostradali costeranno meno

0
Ipsilon istriana pronta per l’euro. E i pedaggi autostradali costeranno meno
I caselli dell'Ipsilon dalla parte istriana del tunnel del Monte Maggiore. Foto Roni Brmalj

Tutto pronto sulle strade e in mare per l’arrivo dell’euro. Lo confermano la compagnia armatoriale Jadrolinija, la società Autostrade croate (Hac) e la Bina-Istra. il gestore dell’Ipsilon istriana ha reso noto al quotidiano fiumano Novi list che è “pronto” per l’adozione della moneta unica europea. “Abbiamo acquistato le nuove versioni informatiche, ci siamo premurati di procurare una quantità sufficiente di banconote e monete di euro e anche il servizio clienti è già operativo”. La Bina-Istra, in una nota, ribadisce che il passaggio dalla kuna all’euro “richiederà una armonizzazione dell’intero sistema, che durerà qualche ora” nella notte più pazza dell’anno, ma “il pagamento dei pedaggi dovrebbe funzionare regolarmente e senza interruzioni”. L’unico scompenso potrebbe riguardare la ricarica del sistema Enc (telepass), ma anche in questo caso “sarà di breve durata”.

Buone notizie anche dalle Autostrade croate (Hrvatske autoceste), che sottolineano l’impossibilità di pagare con le carte di credito e bancomat nel periodo dalle ore 22 del 31 dicembre alle 5 di Capodanno. Nello stesso lasso di tempo sarà fuori servizio il sistema di ricarica dell’Enc. Ma nella nota inviata ai media, la Hac precisa che in occasione della riconversione dei prezzi dei pedaggi dalla kuna all’euro, “l’arrotondamento è stato fatto all’ingiù”. Ciò significa, ad esempio, che il pedaggio sull’autostrada Fiume-Zagabria che attualmente ammonta a 70,00 kune (9,29 euro in base al cambio ufficiale di riconversione di 1 euro=7,53450 kune), passerà a 9,20 euro. Anche il telepass (Enc) costerà meno: dal 1.mo gennaio, infatti, il suo prezzo sarà di 15 euro, rispetto alle 122 kune attuali (16,19 euro).

Infine, la Jadrolinija si dice pure pronta per l’ingresso della Croazia in Eurolandia. Ma la compagni armatoriale fiumana invita tutti i passeggeri che volessero viaggiare sui suoi traghetti nel periodo tra l’1 e il 3 gennaio 2023 di “acquistare i biglietti in anticipo” attraverso i canali online, per “evitare problemi all’imbarco”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display