Il killer di Ploče rischia 40 anni di carcere

0
Il killer di Ploče rischia 40 anni di carcere

Quaranta anni di carcere. È questo il massimo della pena a cui va incontro il killer di Ploče, a metà strada tra Spalato e Ragusa (Dubrovnik), che venerdì mattina, 25 marzo, ha prima ucciso il figlio 16.enne dei suoi vicini di casa, per poi freddare il fratello. Il 47.enne Milenko Radulović (47) rimane in carcere, come deciso dal giudice Pero Miloglav, che ricopre anche l’incarico di portavoce del Tribunale di Ragusa. Miloglav ha sottolineato che l’omicida, durante l’interrogatorio, ha “in parte confessato il duplice omicidio”.

Secondo fonti ufficiose, il killer avrebbe ucciso il 16.enne per vendetta, poiché con i suoi genitori litigava spesso a causa di alcune questioni di vicinato irrisolte. Dall’altro canto, ha ucciso il fratello Mitar poiché i due erano in conflitto a causa di una pratica ereditaria. Entrambe le vittime sono state uccise a colpi di kalashnikov.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display