Il caldo abbraccio dell’urlo africano

I meteorologi annunciano per i prossimi giorni un brusco calo delle temperature

Una turista cerca refrigerio da una fonta a Ragusa (Dubrovnik). Foto Matija Habljak/PIXSELL

Come previsto l’urlo africano ha abbracciato l’intera Croazia, che oggi si è svegliata con picchi di temperature superiori alla media del periodo. L’anticiclone nordafricano col suo carico di aria sahariana, ha favorito l’innalzamento della temperatura abbondantemente sopra i 30 gradi, con la sensazione di calore rafforzata dalla concentrazione di umidità nell’aria. Ma anche questa ondata di calore, come le altre, finirà e già martedì l’aria si dovrebbe fare più respirabile e il caldo più sopportabile, mentre per la festa dell’Assunta è previsto il primo colpo all’estate con la temperatura che caleà’ parecchio rispetto a oggi, a causa dell’infiltrazione di correnti fresche provenienti da nord. Avremo tempo prevalentemente soleggiato, ma con temperature decisamente più gradevoli.
Stamattina alle 7 la colonnina di mercurio in diverse località croate era vicina ai 30 gradi: Ragusa (Dubrovnik), Lagosta (Lastovo), Meleda (Mljet), Spalato. Rovigno e Parenzo, alle 8 di oggi, si sono attestate a 29 gradi. 
Per domani il Centro meteo nazionale e diversi siti locali specializzati in previsioni del tempo, prevedono per l’Alto Adriatico nelle ore pomeridiane e nella prima mattina di mercoledì la possibilità di scrosci a carattere temporalesco e un calo della temperatura di 10 gradi. Vento inizialmente dai quadranti nordoccidentali e in seguito da quelli nordorientali (bora). Il cielo resterà sereno e sgombro da nuvole  in buona parte della Dalmazia.
Allo scopo di proteggere i cittadini dal caldo estremo il Centro meteo nazionale (Dhmz) proclama l’allerta suddiviso in tre categorie di colore in base alle temperature: giallo (pericolo medio), arancione (grande pericolo) e rosso (pericolo estremo). Spesso, però, inconsciamente l’allerta viene ignorata proprio dalle persone a maggior rischio: anziani e persone sotto terapia…

Facebook Commenti