Furto al Cco di Fiume: «Pazienti sicuri con la protezione quadrupla»

Il groviglio di tubi manomessi. Foto Roni Brmalj

“Quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì, in seguito a un furto delle attrezzature del Cco di Fiume, ha dimostrato che tutto il sistema opera ottimamente”, ha dichiarato il direttore Alen Ružić alla conferenza stampa indetta per rassicurare l’opinione pubblica sulla situazione all’interno della struttura, ma soprattutto sulla sicurezza dei pazienti che sono in questo momento attaccati ai respiratori. “Tutte le nostre apparecchiature che sono di vitale importanza per la salute dei pazienti hanno una protezione quadrupla e in caso di malfunzionamento automaticamente scatta il meccanismo del secondo sistema”.

Il direttore del Cco di Fiume, Alen Ružić. Foto Roni Brmalj

A compiere il malsano gesto sarebbero stati Sultan Neziri, 34 anni, di Fiume e Serđan Hasani, 29 anni, con passaporto del Kosovo e residenza a Meja, i quali avrebbero pensato di appropriarsi dei fili di rame, metallo molto prezioso da vendere come materia prima secondaria.

Il servizio completo sulla Voce in edicola mercoledì 9 dicembre o in formato digitale. Clicca qui e abbonati.

Facebook Commenti