Fiume. Riapertura degli asili, scarso l’interesse…

Da lunedì riprende il lavoro delle istituzioni prescolari. Soltanto il 15 p.c. degli iscritti farà rientro nelle strutture

Lunedì sarà la volta anche degli asili. Foto: Goran Žiković

Dopo quasi due mesi di lockdown, riprende il lavoro delle istituzioni prescolari. Soltanto il 15 p.c., però, del totale degli iscritti negli asili di Fiume ritornerà lunedì nella loro sede. Si tratta complessivamente di 354 bambini, che verranno sistemati in 19 dei 21 enti prescolari cittadini. Questi però dovranno seguire delle regole ben precise: baci e abbracci per il momento non sono permessi. “I bambini frequenteranno i loro gruppi assieme ad almeno una delle loro maestre – spiega la direttrice dell’Ente Asili Fiume, Davorka Guštin –. Infatti, ci siamo organizzati in modo tale da tener conto delle necessità dei nostri bimbi, che hanno la precedenza su tutto. La situazione socio-emotiva è molto delicata in questo momento, sia per noi che per i genitori e i bambini. Per questo motivo il nostro team di esperti ha preparato tutta una serie di direttive e consigli che abbiamo pubblicato sul nostro sito www.rivrtici.hr, dove in ogni momento è possibile consultare il modo in cui dobbiamo comportarci e le regole da seguire. Per lunedì abbiamo preparato anche una specie di benvenuto per rallegrare i bambini che rientrano nei loro asili dopo quasi due mesi. Quelli che invece rimarranno a casa, possono continuare a seguire la nostra pagina Facebook, ovvero il gruppo intitolato ‘L’asilo a casa’ (Vrtić kod kuće). Grazie a questa pagina, che ha avuto grandissimo successo, siamo riusciti a rimanere in contatto durante il lockdown sia con i genitori che con i bambini, mettendo loro a disposizione tantissimo materiale didattico per trascorrere più facilmente il tempo a casa”. Tutti i gruppi seguiranno il loro programma, compresi quelli che frequentano le cinque sezioni italiane. “Il programma pedagogico si svolgerà regolarmente e quindi anche i bambini che frequentano gli asili italiani potranno continuare a lavorare con le loro educatrici. In ogni gruppo ci saranno al massimo 9 bambini, mentre per quanto gli asili nido abbiamo ridotto il numero a 5. Avremo quindi più gruppi con meno bambini. Tutti gli spazi sono stati sanificati. I giocattoli che non possono venir lavati sono stati per il momento rimossi. Inoltre, i giocattoli verranno consegnati ai bambini in modo alternato, visto che quelli usati a fine giornata dovranno venir lavati e disinfestati. Non sarà però possibile portare nulla da casa, oltre agli effetti personali quali ciucci o biberon”, conclude Davorka Guštin.

Facebook Commenti