Fiume. Partita la vaccinazione di massa… A singhiozzo

Foto Željko Jerneić

Oggi, mercoledì 20 gennaio, è stato avviato il progetto pilota della vaccinazione di massa a Fiume. Nel macrocentro di Vežica sono state vaccinate 39 persone, mentre altrettante lo saranno domani nella struttura di Zamet. “Questa fase, che include i malati cronici e le persone con più di 65 anni d’età, durerà per mesi e tutto dipenderà dalla quantità di siero che la Regione avrà a disposizione”, ha spiegato il dott. Vladimir Mozetič, direttore della Casa regionale della salute. Vladimir Mićović, direttore dell’Istituto regionale di salute pubblica, ha precisato che nelle prossime due settimane le vaccinazioni procederanno a singhiozzo proprio per la mancanza di vaccino. “Comunque, nel momento in cui la situazione cambierà noi saremo pronti a vaccinare fino a 1.000 persone nelle località stabilite. Ci sono buone speranze che ciò accada verso la dine del mese di febbraio, quando potrebbero giungere quantitativi più ingenti del siero AstraZeneca. Finora sono state vaccinate 4.777 persone, mentre 392 hanno ricevuto anche la seconda dose. È ancora in corso la campagna inerente alla categoria degli operatori sanitati, nonché dei dipendenti e degli assistiti nelle Case dell’anziano. Ci dev’essere sempre una riserva del siero per potere somministrare la seconda dose.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.