ELEZIONI CNI 2022. Già in partenza noti 43 consiglieri di 39 sodalizi

0
ELEZIONI CNI 2022. Già in partenza noti 43 consiglieri di 39 sodalizi
Foto: Goran Žiković

Gli elettori connazionali hanno votato oggi anche per il rinnovo dell’Assemblea dell’Unione Italiana. Sarà composta da 75 consiglieri di cui 43 sono risultati già eletti, ancor prima del voto, in rappresentanza di 39 sodalizi. Infatti, specie nelle Comunità più piccole dell’Istria e in quelle più lontane, precisamente in Dalmazia e Slavonia, si è ripetuto massicciamente anche questa volta il fenomeno delle candidatura blindate, ovvero di un numero di candidati uguale a quello dei seggi a disposizione dei singoli sodalizi della CNI.
Ma vediamo i nominativi dei consiglieri eletti. Barbara Kokot nei prossimi 4 anni rappresenterà la CI di Albona in seno all’Assemblea UI. Il sodalizio di Ancarano invece sarà rappresentato da Maia Nerina Bertoch mentre quello di Bertocchi da Liana Vincoletto. Loris Krastić sarà il “delegato” della CI di Castelvenere. Anche nel prossimo mandato il sodalizio di Cherso sarà rappresentato da Đanfranko Surdić mentre Cittanova da Glauco Bevilacqua. Da Crassiza invece arriverà Daniela Radešić. Per la CI di Crevatini ci sarà Gianfranco Kozlović. Dignano in seno all’Assemblea UI può contare su due seggi che saranno ricoperti da Cristina Demarin e Sendi Karaman. Per Rikardo Staraj si tratta di una riconferma alla carica di consigliere della Comunità degli Italiani di Draga di Moschiena mentre Nicoletta Balija di Fasana sarà uno dei volti nuovi dell’Assemblea della massima organizzazione della Comunità Nazionale Italiana di Croazia e Slovenia. Anche Gallesano dispone di due seggi in seno all’Assemblea UI e i suoi rappresentanti saranno Debora Moscarda e Diriana Delcaro Hrelja. Da Grisignana invece arriverà Claudio Stocovaz. Jan Pulin (altra new entry nel “parlamentino” comunitario) rappresenterà la CI “Dante Alighieri” di Isola mentre Robi Štule sarà il “deputato” della CI “Pasquale Besenghi degli Ughi”, sempre di Isola. Spostiamoci nella parte continentale della Croazia per raggiungere la Slavonia e il sodalizio di Kutina il cui consigliere sarà Antun Di Gallo, come già avvenuto nello scorso mandato. Tornando in riva al mare, facciamo sosta a Laurana. Suzana Abram tornerà in “aula” a nome della CI lauranese. Riconfermata alla carica di consigliere UI della CI di Levade Irina Štokovac e per Krešimir Brisinello del sodalizio di Lipik. Anche nei prossimi 4 anni la CI di Matterada sarà rappresentata da Martina Dagostini e quella di Momiano da Arijana Brajko Gall. Fabio Stemberga continuerà ad essere il consigliere UI della Comunità degli Italiani di Mompaderno e Gino Benčić quello di Montona. Il sodalizio dei connazionali di Orsera avrà un nuovo consigliere. Si tratta di Jelena Gerometta. La CI di Pisino pure nel nuovo mandato potrà contare su Paolo Tominić. Il sodalizio di Ploštine, torniamo pertanto in Slavonia, avrà due seggi e i suoi consiglieri saranno Ivan Demartini e Bruno Brunetta. Silvano Pelizzon è stato rieletto consigliere della Comunità degli Italiani di Salvore ed Ester Diklić di quella di Santa Domenica. Il delegato della CI di San Lorenzo Babici nei prossimi 4 anni sarà Dario Šorgo. Paolo Demarin, che nello scorso mandato ha ricoperto la carica di presidente dell’Assemblea dell’Unione Italiana, è stato rieletto consigliere della CI di Sissano. Facciamo tappa a Spalato dove Antonella Tudor è stata pure riconfermata consigliere del sodalizio dalmata ancor prima delle elezioni di ieri. Aldo Sorgo pure nel prossimo mandato rappresenterà la Comunità degli Italiani di Sterna e lo stesso varrà anche per Gaetano Benčić della CI di Torre. Vincenzo Melone è un altro nuovo nome in seno all’Assemblea dell’Unione Italiana e arriva dal sodalizio di Veglia. La CI di Verteneglio avrà invece due consiglieri: si tratta di Robi Škrinjar e di Elena Barnabà. Mauricio Veronese continuerà a rappresentare la Comunità degli Italiani di Villanova e Luana Poleis quella di Visignano. Per il sodalizio dei connazionali di Zagabria ci sarà invece Ezio Kozlović. Ed infine sarà Igor Karuc il rappresentante della Comunità degli Italiani di Zara in seno al “parlamentino” dell’organizzazione apicale della CNI di Croazia e Slovenia.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display