Croazia. In un giorno 39 contagi, ma soprattutto 92 guariti

Una ragazza prende il sole sulla spiaggia di Cantrida, a Fiume. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

“Grazie a tutti, anche a coloro che ci criticano, permettendoci così di migliorare”. I numeri di oggi sabato 11 aprile “ci stanno dimostrando che tutti assieme possiamo farcela”. Infatti, sono “soltanto” 39 le persone che hanno contratto il coronavirus nelle ultime 24 ore in Croazia”, ha detto il ministro della Salute, Vili Beroš. Nella maggior parte dei casi si tratta di persone collegate con le Case di riposo di Spalato e Ploče, vicino a Ragusa (Dubrovnik). Attualmente nel Paese il numero dei casi è arrivato a 1.543. “Hanno bisogno del respiratore polmonare 32 pazienti, due sono invece stati staccati, mentre negli ospedali sono ricoverati 357 pazienti, 14 più di ieri. Però, ha aggiunto il ministro, “abbiamo 241 pazienti dimessi e 323 guariti, ossia 92 in più rispetto a venerdì”.
Vili Beroš e il responsabile della task force nazionale Davor Božinović, hanno invitato i cittadini a rispettare le misure restrittive apportate, perché “i risultati di oggi dimostrano che siamo sulla buona strada. Ci sono delle eccezioni, ossia persone che non vogliono sottostare alle disposizioni emanate, ma si tratta di una minoranza. Anche in questi giorni di Pasqua restiamo a casa”, hanno concluso i due ministri.

Facebook Commenti