Bruxelles. Vertici UPT con i Giuliani nel mondo

0
Bruxelles. Vertici UPT con i Giuliani nel mondo
L’incontro tra i vertici dell’UPT e del Circolo di Bruxelles dei Giuliani nel mondo. Foto UPT

Nell’Ufficio di collegamento della Regione Friuli Venezia Giulia a Bruxelles si è svolto un incontro istituzionale tra i massimi vertici di due istituzioni storiche volte, tra l’altro, alla promozione delle attività e della memoria dei giuliani nel mondo. Come si rileva in una nota diramata dall’UPT, Emilio Fatovic e Fabrizio Somma, rispettivamente presidente e segretario generale dell’Università Popolare di Trieste, sono stati ricevuti dal presidente dell’Associazione Giuliani nel mondo-Circolo di Bruxelles, Giulio Groppi, al fine di creare e rafforzare un punto di contatto e di dialogo privilegiato tra i due Enti.

Importante la dimensione europea

La dimensione europea riveste per la comunità giuliana un’importanza sempre maggiore, analogamente alla tutela di interessi specifici ricollegabili a un determinato territorio. Valori, questi, condivisi in primis dall’Ente morale triestino e dal suo presidente Emilio Fatovic, il quale ha esposto alle autorità presenti, tra cui il presidente emerito e il membro del Comitato direttivo dell’AGM-Circolo di Bruxelles Flavio Tossi e Italo Rubino nonché Gino Cormons in rappresentanza dell’Ufficio di collegamento FVG di Bruxelles, i 120 anni di storia dell’UPT intessuta nel tessuto cittadino con strutturazione fortemente attiva nella trasmissione della cultura e della formazione alla cittadinanza.
“L’UPT è lo strumento del MAECI e della Regione FVG con il quale vengono sostenute tutte quelle attività di tutela della diversità e di identità condivisa che uniscono e accomunano le molteplici diversità di cittadini di un’Unione europea a cui ci si sente di appartenere”, ha sottolineato il presidente dell’Ente morale triestino, ringraziando di cuore Giulio Groppi per l’eccelsa collaborazione e l’invito a presentare le attività dell’UPT presso il Circolo di Bruxelles.
Il Circolo di Bruxelles dell’Associazione Giuliani nel Mondo è formalmente attivo a Bruxelles dal 1980. “Caratteristica del nostro sodalizio – ha sottolineato Groppi – è quella di accogliere persone non solo di Trieste e del Friuli Venezia Giulia, ma anche di altre nazionalità, dando ampio spazio agli eventi culturali, analogamente a come succede all’UPT. Le nostre attività sono sostenute dall’Ufficio di collegamento della Regione FVG a Bruxelles, che ringrazio anche in questo specifico caso per l’ospitalità”. Un incontro oltremodo proficuo, dunque,– come si evidenzia nel comunicato diffuso dall’Università Popolare di Trieste – che va ad arricchire il calendario di attività mirate alla promozione e tutela dei valori del patrimonio storico, artistico e socio-culturale giuliano, con l’intento di costituire nuovi canali istituzionali attraverso cui stabilire e mantenere rapporti d’informazione e di reciproca collaborazione con enti pubblici e privati.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display