Test fai-da-te per gli alunni: no sanzioni per i genitori inadempienti

0
Test fai-da-te per gli alunni: no sanzioni per i genitori inadempienti
Tampone rapido antiCovid

Il Ministero della Scienza e dell’Istruzione ha inviato a direttori e presidi delle scuole elementari e medie superiori le indicazioni su come gli alunni dovranno effettuare il tampone rapido fai-da-te per uso autodiagnostico prima di venire a scuola. Il test andrà fatto una volta alla settimana. Il tutto dovrebbe iniziare prossimamente visto che ora si sta procedendo alla distribuzione dei tamponi alle task force regionali della Protezione civile che provvederà a farle pervenire alle scuole. Quest’ultime consegneranno i tamponi a genitori, tutori o agli allievi che dovranno effettuare l’autotesting con un tampone antigenico rapido una volta nell’arco di 7 giorni. Qualora dovesse venire determinata la positività al virus Sars-CoV-2, spetterà al genitore informare in merito il medico di famiglia oppure il pediatra nell’istituzione educativo-istruttiva. Tutti gli alunni con un test al Covid negativo potranno continuare ad andare a scuola regolarmente, mentre in caso di positività dovranno avviare il periodo di isolamento. Inoltre se, ad esempio, un alunno avrà fatto mercoledì il test fai-da-te e questo dovesse risultare positivo al coronavirus, il giorno dopo (giovedì) tutta la classe dovrà ripetere il tampone.
“Coloro che non vorranno farlo non andranno incontro a sanzioni”, ha dichiarato il ministro della Scienza e dell’Istruzione, Radovan Fuchs, il quale ha aggiunto che si tratta di intervento per “evitare gli isolamenti e far sì che le aule siano quanto più piene”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display