Le new entry contente della scelta

Šime Gržan, Josip Tomašević, Mario Munivrana con Javier Moràn

POLA | Sono stati presentati ufficialmente ieri allo stadio Drosina i tre nuovi acquisti – finalmente, si potrebbe dire – che dovrebbero rinforzare l’Istra 1961 nella prossima stagione di Prima lega. Si tratta dell’ala Šime Gržan, dello stopper Josip Tomašević nonché dell’ala Mario Munivrana. Ora la rosa si presenta più forte (tenendo conto che sono ritornati Fuentes e Galilea), in attesa di nuovi, probabili arrivi. Il direttore sportivo Javier Moràn, presente all’incontro di presentazione, come al solito ha avuto la bocca cucita, ossia non ha voluto esprimersi. “Siamo molto contenenti di avere portato a Pola questi tre giocatori – così il direttore sportivo – che saranno sicuramente dei rinforzi. Con loro in pratica iniziamo un nuovo progetto, quello di rendere più competitiva la squadra per non dovere rischiare fino all’ultima giornata”, così il direttore sportivo, il quale ha avuto soltanto parole di lode per i nuovi arrivati. “Gržan è ben noto ai tifosi polesi, e dopo due anni è ritornato al Drosina. È stato molto corretto nelle trattative, abbassando anche le proprie richieste”.
“Tomašević, seppur relativamente giovane, ha già una discreta esperienza, acquisita giocando pure in Europa. Di conseguenza può essere una anello forte della catena anche negli spogliatoi. Munivrana, infine, è il giocatore che cercavamo in attesa del ritorno di Arona Sanè sulla fascia destra. Crediamo nelle sue qualità, grazie alle quali saprà sicuramente imporsi”, ha aggiunto Moràn. Poi la parola ai… diretti interessati.
“Sono molto contento di essere ritornato a Pola – così il 25.enne calciatore, il quale ha militato pure nello Zrinjski di Mostar, nel GOŠK di Gabela (Bosnia ed Erzegovina), nello Zadar e nella Lokomotiva –. Una volta rientrato a Pola sono rimasto piacevolmente sorpreso particolarmente dal nuovo manto erboso dello stadio che ora è ‘un tappeto’, a differenza degli anni scorsi. L’importante, comunque, è che la squadra dia il meglio di sé e di presentare un bel gioco”.
Sulla stessa lunghezza d’onda il 25.enne Tomašević, ex Osijek, Grafičar di Županja, Cittanova, Cibalija e Rudar di Velenje, il quale si è detto soddisfatto della scelta di venire a Pola. “Questo progetto mi è piaciuto subito, per cui non ho avuto molti dubbi nel porre la firma sul contratto. Da quanto ho potuto vedere nel corso degli allenamenti posso dire che l’Istra 1961 è una buona squadra, che ha comunque ancora spazio per crescere. Tra l’altro conosco molti giocatori, e quindi l’intesa non sarà un problema”.
Infine l’intervento del 24.enne Munivrana, ex Međimurje, Koprivnica, Lučko e Cibalija. “Come i miei nuovi compagni di squadra, sono felice di essere giunto a Pola, e in un ottimo ambiente. Sono arrivato dalla Seconda lega, ossia dal Međimurje (per la cronaca retrocesso nella serie inferiore), per cui si tratta di una nuova bella esperienza. La motivazione quindi non è in dubbio”, ha concluso il neo acquisto dell’Istra 1961.

Facebook Commenti