In zona Bodulovo nasce un’oasi verde

Nell'area imprenditoriale urbana sono stati piantati una decina di alberi. Alla settimana europea hanno dato il loro contributo i membri dell'associazione delle persone con distrofia muscolare e i piccoli ecologisti

0
In zona Bodulovo nasce un’oasi verde
I dipendenti della “Čistoća” intenti nella piantagione di alberi di Melia. Foto: GORAN ŽIKOVIĆ

Nell’ambito della Settimana europea della mobilità, in zona Bodulovo nel rione di Valscurigne, sono stati piantati una decina di alberi di varietà Melia meglio noti come Alberi dei rosari. L’iniziativa è stata organizzata dal Dipartimento cittadino per lo sviluppo, l’urbanistica, l’ecologia e la gestione del territorio e a presentarla sono stati il sindaco Marko Filipović, i capidipartimento Jana Sertić e Srđan Skunca e la direttrice della municipalizzata “Čistoća”, Jasna Kukuljan.
Anche quest’anno circa 3.000 città di oltre 40 Paesi aderiscono alla Settimana europea della mobilità, dimostrando il loro impegno a favore di infrastrutture e servizi di trasporto più sostenibili.
Come riferito da Srđan Skunca, l’obiettivo è promuovere la mobilità urbana “green”, la riduzione dell’emissione di CO2 nell’aria, la vita sana e la cultura di vita nei centri urbani. “La zona imprenditoriale Bodulovo, appena terminata e consegnata proprio in questi giorni ai primi fruitori dei lotti, si presenta per il momento priva di verde. Con quest’azione la Città di Fiume intende trasformarla in un’area lavorativa piacevole e arricchita da tante oasi verdi. Nell’ultimo decennio, il capoluogo quarnerino ha partecipato al rinverdimento delle aree urbane piantando circa 200 alberi in zone che ne erano prive”.
“Abbiamo scelto apposta d’intervenire in un’area che deve ancora svilupparsi – ha spiegato il sindaco Filipović –. Ora è in corso la vendita degli ultimi tre lotti ed entro ottobre il progetto sarà completato. Con questo piccolo gesto desideriamo invogliare i fruitori della Zona imprenditoriale di Bodulovo ad aderire al progetto, allestendo nelle proprie aree lavorative spazi relax con tanto verde”.
L’albero di Melia, come specificato da Bia Gec, a capo del Settore aree verdi della municipalizzata “Čistoća”, è una pianta coltivata a scopo ornamentale nei giardini e adatta per le alberature delle strade cittadine per la sua resistenza all’inquinamento e per la frescura offerta dalla sua folta chioma. Può raggiungere un’altezza dai 7 ai 15 metri ed è resistente al freddo, all’inquinamento, al vento e tollera lunghi periodi di siccità. Le foglie emanano un odore sgradevole e funzionano come repellenti naturali e per questo motivo gli insetti nocivi e i comuni parassiti si tengono a debita distanza.
I fiori, profumatissimi come quelli della Magnolia orientale, sono ermafroditi e riuniti in vistose infiorescenze a pannocchie larghe e lunghe all’incirca 20 cm. Il nocciolo dei frutti è duro, sferico e scanalato. In passato veniva largamente utilizzato nella realizzazione di rosari e coroncine, come pure di oggettistica varia.

Mezzi di trasporto più ecologici
A partecipare attivamente alla Settimana della mobilità sono stati anche i membri dell’Associazione regionale delle persone affette da distrofia muscolare che ieri si sono presentati in Corso con una bancarella allestita per l’occasione sulla quale sono stati messi in bella mostra i lavori artistici dei membri e distribuiti opuscoli informativi sulle varie attività, tra cui l’annuale manifestazione che si svolge al motto “Migliori connessioni” volta a promuovere i mezzi di trasporto sostenibile, soprattutto per le persone portatrici di handicap. I cittadini, dopo quasi due anni di isolamento a causa della pandemia, sono stati invitati a uscire, a camminare o a spostarsi con mezzi di trasporto ecologici, ma soprattutto riunirsi nelle piazze dei vari rioni, per un dialogo costruttivo sulla vivibilità ecologica del proprio quartiere.
Oggi sarà la volta dei “Piccoli ecologisti” dell’associazione “Nostra infanzia” di Fiume che, allo slogan “Combina e muoviti!”, dalle ore 10 alle 13 abbelliranno con disegni colorati ed educativi i marciapiedi del centro cittadino al fine d’invogliare le persone all’uso dei trasporti pubblici e dei veicoli ecologici.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display