Slovenia, casi di positività in calo. Riaperte alcune attività

Foto Davor Puklavec/PIXSELL

Cinque nuovi casi di infezione da coronavirus sono stati confermati in Slovenia nelle ultime 24 ore, ma si registrano purtroppo ancora tre decessi, cosicché il numero totale sale a 77 persone decedute. È di 88 il numero complessivo delle persone ricoverate per Covid-19. È il dato più basso dal 24 marzo a oggi. Anche il numero di pazienti in terapia intensiva è in graduale calo: attualmente sono 26. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 537 tamponi che hanno dato cinque casi di positività. Finora sono stati eseguiti 41.802 tamponi (ufficialmente certificate 1.335 di infezione). Dall’assistenza ospedaliera, è stato dimesso un totale di 193 persone.
“Sta andando molto bene – ha affermato il portavoce del governo sloveno, Jerlo Kacin – e il merito è di noi tutti”. Gli agenti d polizia hanno segnalato un numero molto basso di infrazioni del decreto che limita la circolazione di persone da comune a comune.
Da oggi hanno riaperto alcune attività per le quali il governo cinque settimane fa aveva decretato il lockdown. Tra le altre cose è possibile acquistare materiale tecnico o portare una macchina dal gommista oppure alla revisione tecnica per l’immatricolazione anche se la durata dell’ultima proprio a causa dell’epidemia è stata prorogata fino al 9 giugno. Sono aperte anche le attività inerenti la rivendita di materiale edile, ferramenta e arredamento, concessionarie d’auto, officine meccaniche, carrozzerie, gommisti, autolavaggi e lavanderie. Ripartono pure alcune forme di trasporto pubblico di linea.

Facebook Commenti