Slovenia: 33 nuovi contagiati da coronavirus tra ieri e oggi

Nelle ultime 24 ore i nuovi casi di coronavirus in Slovenia sono stati 33 a fronte di 1.299 tamponi effettuati. Il Governo sloveno ha comunicato l’ultimo aggiornamento tramite il suo account su Twitter, in base al quale si vede come il numero complessivo dei contagiati in questo Paese sia ora salito a 2.755 persone, mentre sono 423 i casi attivi. Non c’è nessuna novità, invece, per quanto riguarda il numero di decessi, che in base ai dati del ministero della Sanità, rimane fermo a 133. I pazienti ricoverati in ospedale sono ora 23, tre in più rispetto a ieri, ma nessuno di essi necessità di cure intensive.
Intanto la polizia slovena preannuncia anche per questo fine settimana intasamenti sulle principali strade e la possibilità di grandi file al confine con l’Austria a causa del transito dei turisti e del rafforzamento dei controlli da parte delle autorità austriache in seguito all’aggravarsi dell’emergenza sanitaria. Basandosi sull’esperienza del weekend antecedente quando le file alla frontiera potevano protrarsi anche per 12 ore, ai cittadini sloveni e austriaci si consiglia di attraversare il confine ai valichi previsti per il piccolo traffico di frontiera. Gli ingorghi sono dovuti principalmente alla decisione della Slovenia e dell’Austria di inserire la Croazia nella lista epidemiologica “rossa”. Nonostante questa decisione sembri giovare alla Slovenia, la stampa l’ha criticata per la sua scarsa “flessibilità” dato che il numero di contagi è in aumento in tutta Europa. Il quotidiano “Delo” ha specificato che secondo i criteri di Lubiana molti altri Paesi dovrebbero essere nella “lista rossa” e che la Croazia vi è stata inserita per il grande numero di sloveni che tornano in patria contagiati dopo aver trascorso le vacanze in Croazia.

Facebook Commenti