Lesina. L’ex senatore Mancuso: «Un incubo»

Il sindaco di Sant'Agata di Militello, Bruno Mancuso. Foto Facebook

“Dopo aver mangiato ci siamo sentiti male tutti forse per un’intossicazione dovuta al gas del caicco sui cui viaggiavamo o un’intossicazione alimentare. Non sappiamo bene, in realtà, cosa sia accaduto. Solo che stavamo tutti male. Alcuni, tra i quali anch’io, ci siamo ripresi presto. Purtroppo il mio amico ha perso i sensi e ha battuto la testa. I bambini, invece, sono gravi”. Lo ha dichiarato a messinatoday.it Bruno Mancuso, il sindaco di Sant’Agata di Militello ed ex senatore, che si trovava sull’imbarcazione della tragedia di Lesina (Hvar).
“Siamo tutti sconvolti e frastornati. Eravamo partiti per passare una vacanza insieme, non avremmo mai pensato si trasformasse in una tragedia immane: è morto un mio amico e due piccoli sono ricoverati in gravi condizioni in ospedale”, ha aggiunto Mancuso.
“Siamo qui in ospedale e preghiamo che le loro condizioni migliorino nelle prossime ore. Sul caso stanno indagando le autorità locali e speriamo si faccia chiarezza. Ma qualcosa di certo la sapremo solo dopo l’autopsia sul corpo del povero Eugenio”.

Facebook Commenti