Lesina. La 14.enne è fuori pericolo, il bimbo di 5 anni ancora no

L'Unità per la cura delle malattie infettive dell'Ospedale di Spalato. Foto Miranda Cikotic/PIXSELL

La ragazzina di 14 anni sta recuperando benissimo, mentre il bimbo di 5 anni è ancora in gravi condizioni. Lo conferma il bollettino medico dell’ospedale di Spalato, in cui sono ricoverati i due minori italiani che sono stati coinvolti, loro malgrado, nella fuga di monossido di carbonio sul caicco Atlantia, che ha portato martedì scorso alla morte del 57.enne manager siciliano Eugenio Vinci. La giovane respira da sola, è cosciente e comunica con la madre, Manuela Fiasconaro, pure lei ricoverata nell’Ospedale del capoluogo dalmata e le cui condizioni di salute sono in netto miglioramento. Il bambino, figlio di Eugenio Vinci, si trova ancora nell’Unità di terapia intensiva: i medici affermano che il fanciullo è stabile, ma ancora in pericolo di vita.
Intanto, gli altri membri della comitiva italiana la cui vacanza si è trasformata in tragedia, hanno fatto rientro in Italia. Mercoledì sono in programma a Sant’Agata di Militello i funerali di Eugenio Vinci, la cui salma rientrerà lunedì in Sicilia.

Facebook Commenti