Croazia: arrivata la documentazione per lo Sputnik V

Un'infermiera con il vaccino Sputnik V. Foto TASS Newscom/PIXSELL

È giunta a Zagabria la tanto attesa documentazione del vaccino russo Sputnik V. Oggi il governo invierà all’Agenzia croata per i medicinali (Halmed) i documenti per sottoporre il siero a valutazione e l’eventuale approvazione. L’acquisto dello Sputnik V ha subito un’accelerazione dopo che nelle scorse settimane si sono rincorse le voci sulla possibilità che Zagabria, vista l’impossibilità di ottenere le dosi ordinate alle case farmacuetiche occidentali, si rivolga alla Russia. Gli incontri con l’Ambasciata russa a Zagabria non sono più un segreto. Il ministro della Salute, Vili Beroš ha diversi volte incontrato l’Ambasciatore Andrej Nesterenko, invitandolo a inviare la documentazione per poter sottoporre il vaccino a valutazione. Ora i documenti, secondo fonti vicine ai Banski dvori, sono giunti a Zagabria. Al termine del lavoro che ora spetta alla Halmed, la Croazia deciderà se procedere con l’acquisto dello Sputnik o se attenderà il via libera dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema). Ricorderemo che l’Ungheria ha già acquistato le prime dosi del siero russo, senza aspettare il disco verde dell’Ema. Ora bisogna capire se anche il governo croato ha operso la pazienza e si rivolgerà a Mosca per immunizzare la popolazione in vista dell’estate.

Facebook Commenti