Si sono svegliati oggi, mercoledì 17 febbraio, coperti da uno strato di cenere lavica Catania e molti paesi etnei dopo la violenta e spettacolare eruzione di martedì sera del vulcano attivo più alto d’Europa, scrive l’Ansa. L’Etna ha dato vita, per un’ora, a una fase “parossistica” dal cratere di sud-est con “fontane” di lava incandescente alte diverse centinaia di metri e una colata che si è riversata nella desertica Valle del Bove, raggiungendo quota 1.700 metri, lontana da centri abitati.

Facebook Commenti