Sisma: danni a 2mila edifici. Oggi lutto nazionale

L’opera di ricostruzione della Croazia centrale e più precisamente delle zone colpite dal sisma del 29 dicembre si presenta molto complessa. Soltanto nella Regione di Sisak e della Moslavina, la più colpita, sono stati danneggiati oltre 2mila edifici. Finora sono state effettuate mille verifiche su 5.000 richieste notificate. Fra le costruzioni dichiarate inagibili dagli esperti, ci sono anche numerosi edifici pubblici. Nel caso delle abitazioni private, sottolineano i periti edili, se i lavori di ricostruzione costano più del 65 p.c. del valore della casa, allora non conviene procedere con le riparazioni.
Oggi, sabato 2 gennaio, in Croazia sarà osservata una giornata di lutto nazionale per le vittime del terremoto (sette persone hanno perso la vita, ndr).

Facebook Commenti