Lesina (Hvar): la casa che pende nel vuoto

La casa a strapiombo sulla baia Podstine sull'isola di Lesina (Hvar). Foto: slobodnadalmacija.hr/om

“Ma quale deturpamento della costa. Qui si tratta del suo salvataggio”. Josip Dobronić, rappresentante della società che nella baia Podstine sull’isola di Lesina (Hvar), costruisce case vacanze, ha commentato con queste parole l’incredibile scena che in queste ore sta facendo il giro del web. Nella foto si nota una di queste case che letteralmente penzola sulla baia, mentre il terreno al di sotto è stato completamente cementato. Dobrinić, che ha parlato con il sito “Otvoreno more” getta acqua sul fuoco, affermando che i lavori sono in corso e che quando saranno terminati il “muro di cemento” sarà trasformato in una “oasi verde”.
L’azienda appaltatrice dei lavori è registrata a Cipro e il proprietario è un cittadino austriaco che costruisce la casa della foto shock in collaborazione con l’imprenditore spalatino Dalibor Ćorić che, sempre al sito “Otvoreno more”, ha dichiarato che “tutte le carte sono in regola”. “Disponiamo di tutte le licenze necessarie e sicuramente non saremmo così scemi da costruire in questo posto senza i documenti necessari. Sarebbe come coltivare marijuana davanti alla stazione di polizia”. L’imprenditore dalmata si riferisce al fatto che nelle immediate vicinanze si trova Villa Kovač, immobile di proprietà dello Stato e che gli abitanti di Lesina (Hvar) chiamano la “Villa Bakarić” (uno dei personaggi di spicco del regime comunista all’epoca della Jugoslavia, presidente della Lega dei comunisti di Croazia dal 1948 al 1969). Anche in tempi moderni è molto amata dall’élite politica croata. In passato l’ex Capo dello Stato, Stjepan Mesić, vi ha soggiornato durante le vacanze estive, mentre negli ultimi anni è diventata la dimora estiva dell’attuale Presidente della Repubblica, Zoran Milanović.

Facebook Commenti