La Spagna «mata» la Croazia, ma solo ai supplementari (5-3)

Gli iberici eliminano la nazionale a scacchi biancorossi dopo un match al cardiopalmo

Una partita da infarto. Bel gioco, occasioni, errori, tanti gol, ribaltamenti di fronte e rimonte incredibili. E’ successo di tutto nell’ottavo di finale dell’Europeo tra Croazia e Spagna. Alla fine sono serviti i tempi supplementari per decretare il vincitore. E a spuntarla sono stati gli spagnoli (5-3), con due reti nel primo tempo supplementare che hanno eliminato gli uomini di Dalić. Una vittoria meritata per gli iberici, che hanno dominato per la maggior parte della gara, anche se hanno dovuto fare i conti con l’orgoglio croato: la nazionale a scacchi all’85’ era sotto di due gol. Ma le reti di Oršić e dell’atalantino Pašalić al 2′ di recupero hanno portato la gara all’over time. Ma nell’ extra time lo juventino Morata e Oyarzabal hanno segnato i gol che hanno mandato la Spagna ai quarti e la Croazia a casa, con l’onore delle armi.

Facebook Commenti