Covid e sisma. La «Grupacija Lukšić» dona 600mila euro

Davor Lukšić e Cristel Carrisi agli Open di Umago nell'estate del 2019. Foto Goran Stanzl/PIXSELL

La Grupacija Lukšić (Gruppo Lukšić) scende in campo nella lotta contro la pandemia di Covid-19. La società di proprietà dell’imprenditore cileno-croato Davor Lukšić, marito di Cristel Carrisi, figlia di Al Bano e Romina Power, ha donato attrezzatura medica del valore di 3,7 milioni di kune (circa 500mila euro). Si tratta di 15 moderni respiratori e 15 monitor per seguire le funzioni vitali dei pazienti ricoverati nelle unità di terapia intensiva. “Siamo convinti che grazie alla nostra donazione, l’attrezzatura arriverà nelle strutture ospedaliere che più ne hanno bisogno – ha dichiarato Davor Lukšić -. Siamo grati a tutto il personale medico-sanitario che in tutti questi mesi sta lottando contro la pandemia. Meritano il nostro massimo rispetto”.
Il ministro della Salute, Vili Beroš, ha spiegato che grazie agli strumenti donati dalla Grupacija Lukšić “è stato possibile aprire ancora un reparto Covid nell’ospedale di Dubrava, a Zagabria. Si tratta di un grande gesto di amore patrio, in un momento in cui il Paese sta combattendo contro due calamità come la pandemia da Covid e il sisma che ha colpito Petrinja”.
Il Gruppo, che comprende le catene alberghiere Jadranski Luksuzni Hoteli, Plava Laguna e la società immobiliare Excelsa Nekretnine, ha donato anche 750 milioni di kune (100mila euro) proprio per le zone colpite dal sisma del 29 novembre.

Facebook Commenti