Italiani in Croazia con la prenotazione dell’albergo, ma…

Il valico di confine croato-sloveno di Rupa, alle spalle di Fiume. Foto Goran Žiković

Il 3 giugno in Italia cadrà l’obbligo della quarantena di 14 giorni per i cittadini stranieri provenienti dai Paesi Schengen e dalla Gran Bretagna. Per il resto dei cittadini europei tale obbligo cadrà dal 15 giugno. L’indicazione è contenuta nel dpcm in vigore, che prevede anche la fine del divieto di spostamenti infraregionali sempre a partire dal 3 giugno.
Intanto, gli italiani possono andare in vacanza in Croazia ma a condizione che esibiscano la prenotazione alberghiera. Zagabria ha reso noto giovedì scorso la lista dei dieci Stati i cui cittadini possono entrare nel Paese: Austria, Repubblica Ceca, Estonia, Germania, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia e Slovenia. Inizialmente l’Italia era esclusa, poi il cambio di posizione e la decisione di consentire l’ingresso nel Paese agli italiani per motivi di lavoro e per ragioni economiche, tra le quali ci sono quelle turistiche. Bisogna però avere la prenotazione. In più c’è il problema che al momento non si può attraversare la Slovenia, che dopo aver aperto a tutti i cittadini della Ue il 14 maggio scorso, primo Paese a essere uscito dall’emergenza, è poi tornata sui suoi passi consentendo l’ingresso solo ai croati.

Facebook Commenti